30 dicembre 2008 / 08:41 / 9 anni fa

Borsa Milano, seduta in rialzo ma da inizio anno ha perso 49,5%

MILANO (Reuters) - Piazza Affari trova la forza per chiudere in rialzo l‘ultima seduta del 2008, anno che ha visto un sostanziale dimezzamento della capitalizzazione. Da inizio anno, infatti, l‘indice S&P/Mib ha perso il 49,5% circa, passando da 38.544 punti del 2 gennaio 2008 ai 19.460 punti di oggi.

<p>Un trader al lavoro REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

Gli investitori sono ormai proiettati sul 2009 e, sottolineano i trader, non si sono registrati nemmeno quei movimenti anomali che solitamente caratterizzano l‘ultima seduta dell‘anno, fatta eccezione per qualche improvviso balzo nelle battute conclusive. “Sul mercato non c’è nessuno”, sintetizza un‘operatrice.

Qualche sussulto nel pomeriggio, sulla scia dell‘andamento di Wall Street. Partita bene, la borsa Usa ha rallentato dopo la diffusione degli indici Pmi Chicago e sulla fiducia dei consumatori, per poi tornare a crescere. Nel finale, Piazza Affari ha avuto uno scatto di reni grazie soprattutto a UNICREDIT, balzata del 3,38%.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha guadagnato l‘1,53%, il Mibtel l‘1,33% e l‘AllStars l‘1,59%. Volumi tipici di una seduta semifestiva, per un controvalore pari a circa 513 milioni di euro.

* UNICREDIT ha terminato in rialzo del 3,38%. La B&C Stiftung ha acquistato da Bank Austria i diritti di partecipazione agli utili per le holding Lenzing AG e Semperit AG, pagando circa 1,1 miliardi di euro, con una plusvalenza di circa 155 milioni per Piazza Cordusio. La banca ha ceduto il 3,3% di Atlantia.

* Accelerazione pomeridiana per Atlantia, che ha chiuso in rialzo del 2,02% dopo che UniCredit ha annunciato la cessione del 3,3% del capitale a una società interamente posseduta da Aabar Investment Company.

* Restando ai bancari, MEDIOLANUM ha guadagnato l‘1% e INTESA SANPAOLO, con uno scatto finale, l‘1,1%, mentre POP MILANO ha perso lo 0,42%, BANCO POPOLARE l‘1,1% e MONTEPASCHI lo 0,97%.

* GENERALI, negativa per gran parte della seduta, è scattata nel finale: +2,58%.

* Qualche segnale di risveglio, evidenziato dai dealer, per il settore retail, fortemente penalizzato quest‘anno dalle attese di recessione: lo stoxx europeo è salito dell‘1,53%. A Milano, GEOX è avanzata dello 0,92% e BULGARI dell‘1,55%. Fuori dal paniere principale, COIN è balzata del 7,75%.

* Un altro comparto ciclico, i media, a due velocità, con MONDADORI salita del 2,8%, mentre SEAT è arretrata dell‘1,69% e MEDIASET dell‘1,04%.

* Come già accaduto ieri, PRYSMIAN ha cambiato marcia nel pomeriggio, dopo una mattinata in ribasso: +3,74%.

* FIAT ha recuperato il terreno perso ieri, in sintonia con lo stoxx settoriale (+1,91%), terminando con un progresso dell‘1,72%.

* Dopo la flessione di ieri, A2A ha messo a segno un rialzo dell‘1,76%, sostanzialmente in linea con il comparto delle utilities europeo (+2,62%).

* Fra le small e mid cap, PININFARINA è balzata del 5,28%, sull‘attesa del via libera al piano di salvataggio dopo che ieri, nel corso del Cda, sarebbe emersa, secondo alcuni giornali, una posizione più morbida da parte dei 13 istituti coinvolti nel piano di rilancio del gruppo.

* SORIN è salita del 3,2% nella giornata in cui l‘AD ha detto di non vedere motivi per cambiare la guidance del piano industriale al 2010.

Per leggere gli approfondimenti sul 2008 di Borsa Italiana:

[nLU181353] [nLU182070] [nLU193520]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below