23 dicembre 2008 / 17:26 / tra 9 anni

Borsa Usa in calo dopo dati macro, giù auto e retail

NEW YORK (Reuters) - Le speranze deluse di una ripresa del mercato immobiliare e le preoccupazioni per le capacità di spesa dei consumatori pesano sugli indici di Wall Street, in deciso calo dopo qualche altalena.

Il tono è peggiorato proprio dopo i dati, deboli, sulle vendite di case a novembre. Sotto i riflettori anche la contrazione del Pil del terzo trimestre, confermata a -0,5% come nella prima lettura, da cui è emerso il maggiore calo delle spese al consumo da 28 anni.

“L‘unica strada per uscire da questo pasticcio è una ripresa del mercato immobiliare”, dice Joe Saluzzi di Themis Trading (New Jersey).

Poco prima delle 19 italiane, il Dow Jones cede lo 0,76%, lo Standard & Poor’s 500 lo 0,8% e il Nasdaq lo 0,84%.

General Motors è tra i peggiori dell‘indice Dow con un calo superiore al 15%, mentre il mercato ragiona sull‘efficacia del piano di aiuti varato dal governo che dovrebbe salvarla dal fallimento. Ford scende del 16%.

Sotto pressione i titoli retail dopo che un‘indagine ha svelato che nell‘ultimo week-end prima di Natale solo il 38,7% degli americani è andato a fare spese, percentuale che non si vedeva da almeno sei anni (era il 41,6% nel 2007). Macy’s perde il 6,2%, JC Penney il 2,6%, mentre l‘indice S&P Retail è in calo dello 0,8%.

Brutti dati trimestrali e scarsa visibilità sul futuro pesano su American Greetings, in ribasso di oltre il 30%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below