8 dicembre 2008 / 15:38 / 9 anni fa

Usa, atteso oggi accordo su piano salvataggio auto

WASHINGTON (Reuters) - L‘accordo politico per salvare dal fallimento il settore dell‘auto americano potrebbe essere raggiunto oggi.

<p>Auto in un parcheggio. REUTERS/Alexandra Beier</p>

L‘annuncio arriva direttamente dalla Casa Bianca a conferma dell‘ottimismo espresso alcune ore fa dal sindacato e dalla stessa General Motors.

Intorno alle 17 i titoli di GM e Ford salgono di circa il 15%. Lear Corp, attivo nella componentistica e fornitore di entrambe le aziende, balza del 21%.

“Alcuni progressi sono stati fatti nel corso del weekend”, ha detto la portavoce della Casa Bianca Dana Perino.

La portavoce ha spiegato che i progressi raggiunti nelle trattative con i leader del Congresso rendono probabile il raggiungimento di un accordo in giornata.

L‘amministrazione, ha continuato Perino, ha appoggiato l‘idea del presidente di nominare un “adviser” con il potere di determinare le potenzialità di sopravvivenza gestionale dei produttori di auto e ha condiviso la proposta di dare alle case automobilistiche circa 15 miliardi di dollari di prestiti governativi se queste mostreranno un piano di ritorno all‘utile.

Alcune ore fa, in un‘intervista alla Cnbc, il presidente del sindacato dell‘auto Uaw, Ron Gettelfinger, aveva ugualmente preannunciato la possibilità di un accordo in giornata. Il sindacato è pronto “a sedersi al tavolo per negoziare”, aveva detto, sottolineando che non si può incolpare il management per l‘andamento negativo del settore. Gettelfinger ha definito poi “prematura” una discussione sulla fusione fra Chrysler e GM.

In un‘altra intervista sempre a Cnbc, anche il vicepresidente di GM, Bob Lutz, si è dimostrato ottimista sulla concessione di prestitti a breve per il settore.

“Tutti avranno problemi con questo livello di mercato”, ha dichiarato sostwenendo che un manager “come Ad Richard Wagoner ha realizzato enormi miglioramenti”, per cui “cercare una leadership migliore sarà un compito molto difficile”.

Secondo Lutz “l‘industria dell‘auto non può sopravvivere con questo attuale livello di domanda”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below