4 dicembre 2008 / 19:23 / tra 9 anni

Bce,Bini: tagli in linea con necessità,ora banche riducano mutui

ROMA (Reuters) - La Banca centrale europea ha tagliato i tassi in linea con quanto necessario anche alla luce del calo dell‘inflazione. Ora tocca alle banche tradurre questa azione in un taglio dei mutui per i cittadini nel contesto di una crisi complessa sulla quale è difficile fare previsioni.

Lo ha detto al Tg1 Lorenzo Bini Smaghi, componente del board della Bce dopo il taglio dei tassi di oggi di 75 punti base.

“Abbiamo tagliato i tassi di interesse perché l‘inflazione sta scendendo e questa è una cosa positiva, il prezzo dell‘energia sta scendendo. Questo taglio è in linea con la riduzione dell‘inflazione che ridarà potere d‘acquisto alle famiglie”, ha detto Bini Smaghi.

“Ci aspettiamo che questo taglio del tasso di interesse venga tradotto da parte del sistema bancario in un taglio ai mutui e agli altri prestiti che i cittadini hanno nei confronti del sistema”, ha aggiunto.

Alla domanda se ci saranno altri ritocchi dei tassi al ribasso, Bini Smaghi ha risposto: “Abbiamo fatto 175 punti base in 2 mesi, questo è in linea con quello che è necessario, prendiamo le decisioni ogni volta che serve”.

“Ci sono elementi importanti e positivi come il miglioramento del potere d‘acquisto grazie alla riduzione dell‘inflazione e questa è una cosa positiva. I tassi di interesse stanno scendendo, l‘euribor è su livelli del 2007 e quindi ci sono dei benefici”.

“La crisi è molto complessa e quindi è difficile fare previsioni”, ha concluso Bini.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below