3 dicembre 2008 / 09:06 / tra 9 anni

Borsa Milano, S&P/MIB chiude in rialzo con Wall St, giù Telecom

MILANO (Reuters) - Approfittando del recupero di Wall Street, Piazza Affari riesce a chiudere la seduta odierna con segno positivo. Tuttavia la cautela per gli investitori è d‘obbligo in attesa del meeting della Bce di domani sui tassi.

<p>Piazza Affari a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY )</p>

Tra spunti radi e volumi non eccezionali, domina la scena Telecom Italia che oggi ha annunciato il nuovo piano industriale. Misti i bancari, il recupero nel finale offre occasioni d‘acquisto su settori specifici come editoriali o assicurativi.

L‘indice S&P/MIB ha chiuso in rialzo dello 0,14%, il Mibtel è rimasto invariato, mentre l‘Allstar ha ceduto lo 0,69%. Volumi sottili per 1,34 miliardi di euro circa. In Europa lo Stoxx 600 guadagna lo 0,51%.

* TELECOM recupera nel finale ma resta negativa a fronte di uno stoxx di settore piuttosto tonico. I trader lamentano una scarsa visibilità sul piano di dismissioni che dovrebbe garantire la sostenibilità del dividendo nei prossimi anni.

* UBI BANCA, peggiore del comparto per tutta la seduta. I trader citano dal ritorno di timori che l‘imprenditore Romain Zaleski possa cedere il suo pacchetto a un ordine in vendita da parte di un grosso fondo.

Un analista non citabile, però, fa notare come il titolo abbia sovraperformato sempre il settore e quindi è una buona occasione per prendere beneficio. La società peraltro ha nuovamente smentito l‘ipotesi di aggregazione con BANCO POP che tra le banche è stato uno dei titoli migliori.

* Il recupero degli indici favorisce spunti su alcuni titoli assicurativi come FONSAI che vola anche sulle parole dell‘AD Fausto Marchionni che ha dichiarato che l‘impatto sui conti sarà nullo dall‘intervento sulle polizze index-linked con sottostante titoli Lehman Brothers.

* Tra le utilities A2A è particolarmente debole. Oltre a rinnovati timori di una cessione del pacchetto in mano a Zaleski, il titolo soffre anche del ritorno di indiscrezioni stampa su possibili “rimpasti” tra gli amministratori soprattutto nella parte bresciana.

* STM decide di ignorare Infineon e chiude in rialzo del 4,35%.

* Debole BULGARI. Dal punto di vista grafico “lo scenario di breve è nettamente peggiorato”, dice l‘analista indipendente Alessandro Bossi che indica come supporto i 4,4-4,2 euro.

* Cedente ENI in linea con lo stoxx europeo che perde oltre 3%. Spunti in acquisto su titoli più difensivi o recentemente trascurati come TERNA, LOTTOMATICA, LUXOTTICA.

* FINMECCANICA promossa a “buy” da Equita Sim chiude in rialzo del 2,04%.

* Volano EUROFLY e i diritti dell‘aumento di capitale in rialzo dell‘71% e dell‘86% rispettivamente.

* Da segnalare anche BREMBO in calo del 6,5%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below