24 novembre 2008 / 07:33 / tra 9 anni

Citigroup, piano di salvataggio governo Usa da 306 mld

<p>Citigroup, piano di salvataggio governo Usa da 306 mld. REUTERS/Toru Hanai</p>

NEW YORK (Reuters) - Il governo Usa ha deciso di varare un piano di salvataggio per Citigroup in base al quale si accollerà fino a 306 miliardi di dollari di potenziali perdite in asset a rischio.

Il governo renderà inoltre disponibili a Citi 20 miliardi di nuovo capitale ricevendo in cambio azioni “preferred” con un rendimento dell‘8%.

Il programma rafforzerà in maniera “significativa” la situazione patrimoniale della banca Usa con un impatto sul capitale pari a 40 miliardi, così suddivisi: 20 miliardi di nuove risorse da parte del governo, 3,5 miliardi come parte di 7 miliardi di commissioni riconosciute sulle azioni “preferred”, 16 miliardi di benefici patrimoniali grazie alle garanzie sugli asset.

Le perdite su crediti, all‘inizio concentrate nei mutui, si sono ora estese in altre nuove ed ampie aree come le carte di credito e gli immobili commerciali.

La seconda maggiore banca Usa per attivi ha di gran lunga la più estesa rete internazionale di qualsiasi altra banca Usa, con operatività in più di 100 Paesi.

Il piano arriva dopo che la banca Usa ha perso in borsa la scorsa settimana il 60% del proprio valore su timori di solidità patrimoniale.

Il salvataggio comporta che venga praticamente cancellato il dividendo. Per i prossimi tre anni Citi non potrà pagare più di 1 centesimo di azione al trimestre senza il consenso del governo. Al momento la cedola trimestrale è di 16 centesimi.

La banca manterrà l‘AD Vikram Pandit e altri top manager ma il governo avrà l‘ultima parola sui compensi dei vertici.

Citi ha raggiunto anche un accordo per tentare di modificare i mutui problematici presenti nel proprio portafoglio di complessivi 306 miliardi.

Il motivi alla base del salvataggio, hanno spiegato funzionari dell‘amministrazione Bush, è ristabilire la fiducia nel sistema finanzario e nelle grandi istituzioni finanziarie statunitensi.

Hanno lavorato al piano nel corso del weekend il segretario al Tesoro, Henry Paulson, il presidente della Fed, Ben Bernanke. E’ stato coinvolto anche il futuro segretario al Tesoro del prossimo governo di Obama, il presidente della Fed New York Timothy Geithner.

For Related News, Double Click on one of these codes: [I] [MIT] [DNP] [IT] [BNK] [POL] [US] [DFIN] [FIN] [EUROPE] [WEU] [FINS] [LIT] [RTRS] [C.N]

For Relevant Price Information, Double Click on one of these codes:

Monday, 24 November 2008 10:06:25RTRS [nLO649087] {IT}ENDS

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below