23 novembre 2008 / 11:03 / 9 anni fa

Obama si affida a Geithner e Summers per posti-chiave economia

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente eletto degli Stati Uniti Barack Obama ha scelto due politici esperti come Timothy Geithner e Lawrence Summers per i due posti più importanti per l‘economia nella sua prossima amministrazione, e che avranno il compito di combattere la peggiore crisi finanziaria degli ultimi 70 anni.

<p>Il presidente eletto degli Usa Barack Obama REUTERS/Donna Carson US PRESIDENTIAL ELECTION CAMPAIGN 2008 (USA)</p>

Obama punta a nominare Geithner, che ha 47anni ed è presidente della New York Federal Reserve Bank - oltre a essere già stato nella fila dell‘amministrazione Clinton - segretario al Tesoro, ha detto ieri un membro dello staff che sta curando la transizione del nuovo capo dello Stato alla Casa Bianca.

Gran parte del suo lavoro sarà quello di gestire i 700 miliardi di dollari del piano di salvataggio per il tribolato settore finanziario.

Il 53 enne Summers, che è già stato segretario al Tesoro col presidente Bill Clinton, diventerà invece direttore del Consiglio economico nazionale della Casa Bianca.

Summers, che si è guadagnato la stima di Obama aiutandolo a elaborare la strategia sui temi della crisi finanziaria durante la campagna elettorale, giocherà un ruolo di vasta portata elaborando la politica e coordinando gli altri consiglieri economici.

I due veterani dell‘era Clinton hanno lavorato a stretto contatto ed entrambi godono di grande rispetto sui mercati finanziari, che potrebbero trarre vantaggio dall‘annuncio. Obama potrebbe ufficialmente annunciare la scelta domani nel corso di una conferenza stampa.

Venerdì scorso, dopo una settimana in gran parte negativa, i titoli azionari Usa hanno registrato un rialzo di oltre sei punti sull‘indiscrezione della nomina di Geithner al Tesoro.

Ieri poi Obama ha annunciato che intende perseguire un‘aggressiva politica di incentivi economici della durata di un biennio, avvertendo che se non si assumerà una rapida iniziativa c’è il rischio di licenziamenti di massa e nuovi crolli in borsa.

Obama non ha indicato quanto costerà il suo piano, che metterà a punto nelle prossime settimane. Ma il pacchetto di tagli alle tasse per la classe media e di finanziamenti per la realizzazione di opere pubbliche potrebbe essere duro da mandar giù per il Congresso, anche se a guida democratica, perché implicherebbe un nuovo indebitamento finanziario nel momento in cui il debito è già a livelli astronomici.

Intanto, tra gli altri nomi per la nuova amministrazione, in pista c’è sicuramente Hillary Clinton per la nomina a segretario di Stato. Obama punta ad avere come consigliere per la sicurezza nazionale l‘ex generale James Jones, già comandante della marina e della Nato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below