13 novembre 2008 / 07:46 / 9 anni fa

Borse Asia Pacifico in netto calo, ma balza Shangai

HONG KONG (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico sono in netto ribasso su incertezze legate al piano di salvataggio del Tesoro Usa e su diversi segnali che la crisi si stia rivelando peggiore delle attese in Asia.

Il Nikkei ha perso il 5,3%. Sotto pressione anche gli altri mercati, con Sud Corea, Hong Kong, India, Singapore e Sidney che segnano ribassi del 3-6%.

Shanghai sale invece di oltre il 3% sulle speranze di un rilancio dell‘economia favorito da bassi tassi di interesse e dalla spesa pubblica.

La banca giapponese Mizuho Financial Group ha annunciato che lancerà un aumento di capitale, mentre Commonwealth Bank of Australia ha detto che prevede un forte balzo dei crediti dubbi.

Dati macro dalla Cina hanno evidenziato una produzione industriale che rallenta ai minimi da 7 anni. Hanno pesato anche un warning sul fatturato da parte di Intel Corp e previsioni deboli da parte della società di distribuzione di prodotti elettronici Best Buy.

L‘appesantirsi del clima ha portato i prezzi del greggio a toccare un minimo di 22 mesi a 55 dollari al barile.

L‘indice regionale MSCI che esclude il Giappone perde il 4,94%.

L‘azionario Usa ha perso terreno dopo che il governo ha fatto un passo indietro nell‘uso dei 700 miliardi di dollari del piano di salvataggio per acquistare mutui ipotecari dubbi, aggiungendo incertezza alla possibilità di rivitalizzare i prestiti bancari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below