10 novembre 2008 / 16:27 / 9 anni fa

Wall Street rallenta su crollo GM, dubbi su pacchetto Cina

NEW YORK (Reuters) - Wall Street rallenta, con il Nasdaq che azzera i guadagni e il Dow Jones che lima gli iniziali guadagni e alle 17 sale di un marginale 0,4%.

<p>Un trader parla al telefono a Wall Street. REUTERS/Lucas Jackson (UNITED STATE)</p>

Gli operatori vendono a man bassa GM, che crolla a -23% dopo numerosi downgrade tra cui quelli di Deutsche Bank e JP Morgan.

D‘altra parte crescono i timori che il pacchetto da quasi 600 miliardi di dollari varato in Cina non abbia gli effetti sperati sull‘economia e sulla domanda mondiale.

Nella grande distribuzione si mantengono in netto rialzo Wall Mart e Best Buy, mentre la catena di prodotti elettronici Circuit City ha fatto richiesta per il Chapter 11.

Col vento in poppa AIG che ha annunciato una perdita del terzo trimestre di 9,05 dollari per azione. La Fed ha poi rivisto con il governo Usa il piano di sostegno alle compagnie assicurative e il Tesoro ha deciso di rilevare 40 miliardi di dollari di nuove azioni privilegiate del gruppo in difficoltà.

Tonica anche Citigroup, che secondo il Wall Street Journal ha avviato trattative per rilevare una banca americana - a un mese dall‘abbandono dei contatti con Wachovia. Il titolo guadagna il 3%.

Mc Donald’s balza a +4% dopo aver annunciato vendite cresciute dell‘8,2% in ottobre, a perimetro costante.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below