4 novembre 2008 / 18:52 / tra 9 anni

Voto Usa, i programmi economici dei candidati

(Reuters) - I candidati presidenziali Usa John McCain e Barack Obama hanno reso noti i loro programmi per evitare la recessione e aiutare a spingere la crescita economica.

<p>Elettori in fila per votare a Washington REUTERS/Joshua Roberts (UNITED STATES) US PRESIDENTIAL ELECTION CAMPAIGN 2008 (USA)</p>

Di seguito il sommario del programma di ognuno.

Il repubblicano John McCain ha proposto un piano da 52,5 miliardi di dollari che punta a:

-- Usare 300 miliardi di dollari del piano di salvataggio da 700 miliardi approvato di recente per acquisire i mutui problematici e rimpiazzarli con mutui a tasso fisso più gestibili.

-- Ridurre al 10% le tasse per i primi 50.000 dollari di prelievi dai fondi pensione nei prossimi due anni. Attualmente i prelievi dai fondi sono tassati come reddito, con una percentuale che varia dal 10 al 35%.

-- Sospendere le regole che obbligano i pensionati a iniziare i prelievi dai fondi pensione sei mesi dopo aver compiuto 70 anni. La sospensione consentirebbe ai pensionati di gestire l‘attuale crisi dei mercati e il declino dei mercati finanziari.

-- Aumentare l‘ammontare delle perdite di capitali dalla vendita di azioni e altri asset che possono essere detratte dal reddito a 15.000 da 3.000.

-- Ridurre il tasso massimo sul capital gain di lungo termine, attualmente al 15%, al 7,5% per due anni.

-- Esentare i benefici per la disoccupazione dalle tasse per due anni.

Il democratico Barack Obama propone un pacchetto da 60 miliardi di dollari per:

-- Dare alle imprese un tax-credit di 3.000 dollari per ogni nuovo impiegato a tempo pieno assunto negli Stati Uniti nei prossimi due anni.

-- Consentire alle piccole imprese di ammortizzare immediatamente fino a 250.000 dollari per spese in nuove attrezzature fino alla fine del 2009. Il pacchetto di stimoli varato all‘inizio di quest‘anno fornisce il limiti di spesa di 250.000 dollari solo per quest‘anno.

-- Eliminare le tasse sul capital gain sugli investimenti delle piccole imprese.

-- Rendere immediatamente disponibili 25 miliardi di dollari per la costruzione o la ristrutturazione di strade, ponti, scuole e altre infrastrutture.

-- Rendere disponibili prestiti garantiti per 50 miliardi di dollari e mantenere altre opzioni aperte per aiutare le case automobilistiche Usa a creare una nuova generazione di auto. Il congresso ha reso disponibili 25 miliardi di dollari.

-- Fornire una riduzione permanente delle tasse di 500 euro per i lavoratori singoli e di 1.000 euro per le famiglie.

-- Estendere l‘assicurazione per la disoccupazione per coloro che hanno esaurito i loro benefit

-- Consentire temporaneamente prelievi senza aggravi dai fondi pensione per il 15% fino a un massimo di 10.000 dollari.

-- Sospendere la regole che obbligano i pensionati a prelevare dai fondi pensione sei mesi dopo aver raggiunto i 70 anni.

-- Aumentare gli aiuti per i costi di riscaldamento.

-- Istruire il Secretaries of the Treasury e l‘Housing and Urban Development (Hud) a usare la loro autorità per modificare in modo più aggressivo i termini per i mutui.

-- Riformare le leggi sulla bancarotta per assistere i proprietari di case e rimuovere gli impedimenti legali per incoraggiare più rinegoziazioni dei mutui.

--I mplementare a 90 giorni la moratoria per il pignoramento per i proprietari di case che fanno sforzi in buona fede per pagare il loro debito

-- Fornire 25 miliardi di dollari agli stati per aiutarli a gestire la crisi economica senza dover aumentare le tasse sulla proprietà o tagliare servizi vitali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below