October 31, 2008 / 11:26 AM / in 9 years

Crisi, Draghi: stagnazione fino ad almeno meta' 2009

ROMA (Reuters) - La stagnazione in atto è destinata a durare ancora mesi e gli spazi della politica monetaria tendono a ridursi. Per questo è il momento della politica economica, secondo il governatore della Banca d‘Italia Mario Draghi.

“Sulla base dell‘evoluzione della domanda mondiale oggi prevista dai principali organismi internazionali, la stagnazione in atto proseguirà almeno fino alla metà del prossimo anno”, ha detto il consigliere Bce e presidente del Financial stability forum. “Azzerrare le conseguenze della crisi non è oggi un obiettivo realistico, ma attenuare il peso e preparare il terreno per un rilancio più rapido e duraturo con appropriate misure di politica economica è possibile. Le politiche nazionali contano”.

L‘impegno delle banche centrali per un allentamento dei tassi continua, ma i margini si riducono.

“Il pronto allentamento delle politiche monetarie ha contribuito a contenere le ripercussioni delle turbolenze finanziarie sull‘economia reale. L‘impegno continua: ma, dati il livello minimo raggiunto dai tassi ufficiali americani e l‘ampia liquidità messa in circolazione dalle banche centrali, i margini di manovra delle politiche monetarie tendono a ridursi”, ha detto Draghi alla giornata mondiale del Risparmio organizzata dall‘Acri.

“Il sostegno della domanda potrà richiedere a livello globale l‘azione anticiclica della politica di bilancio”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below