24 ottobre 2008 / 07:37 / 9 anni fa

Isae: a ottobre cala fiducia consumatori, crolla fiducia imprese

ROMA (Reuters) - La fiducia dei consumatori italiani misurata da Isae è in lieve calo a ottobre ma l‘indice che misura il sentiment delle imprese, sempre per ottobre, ha registrato un crollo, portandosi al minimo dal settembre del 1993. Lo si legge in due note di Isae, diffuse oggi, relative agli indici di fiducia di consumatori e imprese.

<p>Alcune persone dopo lo shopping REUTERS/Charles Platiau</p>

Per la fiducia delle imprese, l‘indice al netto dei fattori stagionali è sceso a 77,7 da 81,8 di settembre (dato rivisto dal precedente 82,7), “attestandosi sui minimi dal settembre 1993”.

Il dato è anche nettamente peggiore del consensus Reuters, che ha una mediana delle previsioni pari a 81,6.

“Gli imprenditori italiani sono nettamente più pessimisti circa lo stato attuale della domanda e le prospettive future della produzione; calano seppur di poco le scorte di magazzino”, nota Isae.

L‘istituto guidato dal Alberto Majocchi, segnala anche che “in una prospettiva di lungo periodo, la fiducia delle imprese manifatturiere si colloca oggi su livelli nettamente superiori rispetto a quelli raggiunti durante le forti recessioni dell‘inizio degli anni ‘70 e degli anni ‘80”.

Ma questa caduta di fiducia, sottolinea sempre Isae, ha portato l‘indice “vicino ai minimi raggiunti durante la crisi del 1993” e già su un livello “notevolmente inferiore rispetto ai valori toccati nel periodo immediatamente successivo agli attentati terroristici dell‘11 settembre e durante la fase recessiva dei primi anni 2000”.

Per la fiducia dei consumatori, l‘indice è sceso in ottobre a 102,2 da 102,8 di settembre, “mantenendosi comunque, nonostante la crisi finanziari, su valori superiori di circa 1,5 punti rispetto alla media di quest‘anno”, si legge nella nota Isae. A frenare il calo ci sono le “indicazioni particolarmente positive” che emergono dal lato dei prezzi, mentre “segnali di forte apprensione emergono però dal lato delle prospettive del mercato del lavoro e per quanto concerne il risparmio (presente e futuro)”. Il dato, pur in calo, è migliore delle attese degli economisti che formano il consensus Reuters, la cui mediana delle previsioni è stata pari a 100.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below