24 ottobre 2008 / 06:32 / tra 9 anni

Borse Asia-Pacifico, crollo guidato da Seul su timori per utili

MILANO (Reuters) - Seduta nera per le borse dell‘Asia-Pacifico con la stagnazione economica globale e l‘instabilità dei mercati emergenti che inizia a penalizzare le prospettive di utile di aziende come Sony, costringendo gli investitori a cercare rifugio nei titoli di stato e nello yen.

<p>Un terminale con l'andamento degli indici di borsa REUTERS/Lee Jae-Won</p>

Guidato dal ribasso dell‘11% della borsa coreana, l‘indice regionale MSCI viaggia in calo di oltre il 6% e si prepara a chiudere l‘ottava settimana all‘insegna della lettera.

“Gli investitori si stanno concentrando adesso sui mercati emergenti a mano a mano che la crisi del credito inizia a far sentire i suoi effetti anche lì”, ha commentato Mitsuru Sahara, senior manager delle vendite in valuta da Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ a Tokyo. “L‘avversione al rischio è destinata solo ad aumentare”, ha aggiunto.

A SEUL il KOSPI è sceso sotto la soglia psicologica dei 1.000 punti per la prima volta dal giugno 2005, affossato da Samsung. Il primo produttore mondiale di chip di memoria e di schermi LCD ha annunciato utili che evidenziano quanto profondamente la domanda abbia risentito della crisi finanziaria globale. Gli esportatori deprimono TAIWAN ai minimi degli ultimi cinque anni. Il warning di Sony si fa sentire a SINGAPORE, pesando su tecnologici come Chartered Semiconductor. HSBC zavorra HONG KONG complice l‘aumento delle sofferenze in Asia. Contiene le perdite, viceversa, la borsa a SHANGHAI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below