22 ottobre 2008 / 12:32 / tra 9 anni

Enel, a Conti non risulta ingresso fondi sovrani libici

BRUXELLES (Reuters) - All‘amministratore delegato di Enel Fulvio Conti non risulta affatto l‘ingresso di fondi sovrani libici nel capitale della sua azienda.

“Non mi risulta affatto. I nostri investitori sono prevalentemente fondi pensione e fondi di investimento, britannici, americani ed europei e comunque quando si sale sopra il 2% bisogna comunicarlo”, ha risposto Conti ai cronisti a margine di un convegno a Bruxelles.

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio ha detto di essere a conoscenza di massicci investimenti da parte di Paesi produttori di petrolio in aziende italiane.

Dopo alcuni giorni tre istituzioni nazionali libiche hanno annunciato di avere portato al 4,2% la loro partecipazione in Unicredit.

Fra le aziende che risulterebbero un buon investimento sul mercato italiano Berlusconi aveva citato Eni, Enel e Mediaset.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below