21 ottobre 2008 / 17:34 / tra 9 anni

Enel ed Eni firmano accordo strategico per cattura Co2

ROMA (Reuters) - Eni ed Enel comunicano di aver firmato oggi un accordo strategico di cooperazione per lo sviluppo delle tecnologie di cattura, trasporto e sequestro geologico dell‘anidride carbonica (Co2) e per la realizzazione congiunta del primo progetto italiano in questo campo.

Enel sta realizzando presso la centrale termoelettrica di Brindisi, il primo impianto industriale italiano per la cattura della C02 in grado di rimuovere una portata di 2,5 tonnellate l‘ora di Co2. L‘impianto pilota sarà pronto nell‘autunno 2009. L‘Eni a sua volta ha avviato la realizzazione di un progetto che prevede l‘iniezione di circa 8.000 tonnellate l‘anno di Co2 presso il giacimento esaurito di Stogit di Cortemaggiore (Piacenza).

“L‘integrazione tra i due esperimenti comporta la realizzazione a Brindisi di un sistema di cattura e liquefazione della Co2 e il suo trasporto presso il sito di Cortemaggiore”, si legge nella nota.“L‘inizio dell‘iniezione sotterranea della Co2 è previsto per l‘autunno 2010”.

Per sviluppare esperienza anche nel campo del trasporto della Co2 via gasdotto, Enel ed Eni hanno anche deciso di realizzare presso il sito di Brindisi una linea pilota di trasporto della CO2 allo stato denso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below