16 ottobre 2008 / 07:15 / tra 9 anni

Borse Asia Pacifico affondano su scia Usa, timori recessione

MILANO (Reuters) - Affondano le borse dell‘area Asia Pacifico dopo il crollo di Wall Street, mentre il greggio rinnova i minimi annuali dopo dati macroeconomici preoccupanti giunti dagli Stati Uniti.

“Credo che oggi sia una combinazione di incertezza e deleveraging nel mercato”, dice Amar Gill di CLSA a Singapore. “I fondi internazionali si stanno ritirando per mettere i loro soldi in qualsiasi asset più sicuro, Treasuries o liquidità o rimborsando i debiti”, spiega.

Alle 8,40 l‘indice MSCI dell‘Asia Pacifico, escluso il Giappone, cede l‘8%. Il Nikkei è sceso di oltre l‘11%.

SEUL ha lasciato sul terreno il 9,44%, peggiore performance da 7 anni e minimo di chiusura dal metà giugno 2006.

HONG KONG scende di oltre l‘8%, trascinato dai titoli legati alle commodity, BOMBAY si muove intorno al -7% sui livelli di luglio 2006, i minerari affondano l‘indice di SYDNEY (quasi -16% Rio Tinto) sui timori di un impatto della crisi economica sulla domanda di materie prime.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below