9 ottobre 2008 / 10:21 / tra 9 anni

Italia, Isae vede Pil negativo in sem2, piatto in base d'anno

ROMA (Reuters) - La previsione per l‘Italia dell‘Isae, in analogia col contesto europeo, vede un Pil in calo nel secondo semestre 2008, con un risultato stagnante (0,0%) in media d‘anno.

E’ quanto si legge in una nota dell‘Isae.

Per la finanza pubblica, si stima che l‘indebitamento netto della Pa in rapporto al Pil sia del 2,5% quest‘anno e del 2,2% nel 2009; il rapporto debito/Pil sarebbe nei due anni 103,9% e 103,4 per cento.

Tutte le previsioni sono riviste al ribasso rispetto le precedenti di luglio.

Consumi e investimenti in diminuzione sarebbero parzialmente compensati dall‘andamento ancora positivo, ma in netta frenata, delle esportazioni. Nel 2009, la crescita italiana si cifrerebbe nello 0,2% venendo alimentata, soprattutto nella seconda metà dell‘anno, da un graduale irrobustimento dei consumi. I redditi reali delle famiglie beneficerebbero della riduzione dell‘inflazione che si porterebbe dal 3,5% di quest‘anno al 2,3% nel 2009. Il divario inflazionistico nei confronti dei partner euro, sfavorevole all‘Italia per un decimo di punto nel 2008, tornerebbe a vantaggio del nostro paese per due decimi di punto nel 2009.

Le previsioni del governo sono: Pil 2008 0,1, 2009 0,5; deficit/Pil 2008 2,5%, 2009 1,8; debito/Pil 2008 103,7%, 2009 102,9%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below