7 ottobre 2008 / 07:20 / tra 9 anni

Borsa Milano volatile, si porta intorno alla parità, Intesa +4%

MILANO (Reuters) - Piazza Affari riesce a portarsi vicino alla parità nonostante rimangano pesanti titoli rilevanti come Unicredit e Telecom.

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Nicky Loh</p>

I mercati, non solo quello milanese, sono molto volatili e e in balia dell‘incertezza sulla crisi finanziaria. “Lo scenario è decisamente incerto e molto volatile. Il mercato chiede un intervento globale e coordinato per affrontare la crisi ma per ora ci sono solo interventi nazionali e verbali”, commenta un operatore.

Poco prima delle 13 l‘indice S&P/Mib è piatto, il Mibtel cede lo 0,29%. Volumi per circa 1,7 miliardi. Wall Street attesa in recupero in avvio secondo i futures.

* Nel paniere principale si rafforzano alcuni titoli come INTESA SANPAOLO che rimbalza del 4% dopo il meno 11% della vigilia. In recupero anche i titoli legati soprattutto all‘energia, aiutati dal guadagno del greggio. TENARIS recupera oltre il 6% dopo la flessione del 15% della vigilia. Bene ENI ed ENEL. Lo stoxx perolifero sale di oltre il 2%.

* Sempre sotto pressione i finanziari, come in Europa su timori di nuove necessità di finanziamento. UNICREDIT cede oltre il 5% dopo diverse sospensioni al ribasso. “Servirebbe un nuovo piano industriale, l‘ultimo (presentato lo scorso giugno) a questo punto non è più credibile”, commenta un operatore. La banca ha annunciato domenica un piano di rafforzamento patrimoniale.

Torna in positivo BANCO POPOLARE che oggi ha confermato il target di Tier 1 2008.

* TELECOM ITALIA cede oltre il 5% a 0,9 euro dopo una sospensione al ribasso. Il titolo viene penalizzato come tutti i titoli con quote rilevanti di debito e sui timori per un ritardo nelle trattative per l‘ingresso di un nuovo socio.

* Male FIAT in calo di oltre il 4% a 7,5 euro nonostante uno stoxx settoriale che balza del 19% trascinato soprattutto dalle forti ricoperture di Volkswagen. Gli operatori ricordano come possa accadere che le vendite allo scoperto prendano di mira altri settori essendo di fatto vietate sui finanziari.

* Tra i peggiori del paniere principale IMPREGILO su cui pesano timori sulla realizzazione di alcuni progetti infrastrutturali a causa del congelamento del mercato del cerdito.

* TISCALI è sospesa al ribasso e segna un calo teorico di oltre il 13%. Dalle sale operative non vengono segnalati motivi particolari a spiegazione delle vendite.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below