1 ottobre 2008 / 11:42 / 9 anni fa

Commissione Ue propone stretta su requisiti patrimoniali

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea proporrà che le banche impegnino più capitale per coprire in futuro operazioni rischiose e abbiano limiti agli importi che possono prestare a una singola controparte.

“Queste nuove regole fondamentalmente rafforzeranno il contesto regolamentare per le banche Ue e il sistema finanziario”, ha detto in una nota il Commissario Ue al mercato interno Charles McCreevy.

Le nuove regole rientrano nella direttiva ribattezzata CRD (Capital Requirement Directive) che per entrare in vigore deve essere oggetto di una posizione comune dell‘Europarlamento e degli Stati membri.

Tra i principali cambiamenti introdotti dal provvedimento c’è l‘obbligo per le banche di condividere con gli investitori il rischio di prodotti cartolarizzati o di debito ‘rimpacchettato’. Nella vendita di questi titoli gli istituti tratterranno a tal fine il 5% del prodotto collocato.

Verrà inoltre limitata l‘esposizione finanziaria interbancaria.

Per gli istituti che operano in più d‘un paese verranno creati dei collegi di supervisori.

McCreevy ha inoltre proposto un cambiamento delle regole europee sulla garanzia ai depositi bancari. La Commissione proporrà un aumento del limite attuale, pari a 20.000 euro a livello europeo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below