28 agosto 2008 / 11:20 / tra 9 anni

Alitalia, governo approva modifiche a legge Marzano

ROMA (Reuters) - Il decreto appena varato dal Consiglio dei ministri per salvare Alitalia prevede che il commissario possa cedere asset dell‘azienda in crisi con trattativa privata decidendo il prezzo dopo una perizia, riferisce una fonte. Il governo ha appena varato un decreto e un ddl delega che modifica le norme sulle aziende in crisi.

Nella bozza del disegno di legge delega per la modifica della Marzano, i cui contenuti sono stati anticipati dal decreto per fronteggiare la crisi Alitalia, si spiega che per accelerare i tempi delle ristrutturazioni il piano di salvataggio possa essere messo a punto dal management della società e poi sottoposto al vaglio del commissario.

Il presidente di Alitalia, Aristide Police, è giunto a Palazzo Chigi subito dopo l‘avvenuta approvazione delle norme e alla vigilia del consiglio di amministrazione della compagnia.

Nel provvedimento, di cui Reuters ha visionato una bozza, viene data la possibilità di vendita immediata degli asset per evitare che in caso di peggioramento della situazione industriale il commissario si trovi nell‘impossibilità di redigere un piano di ristrutturazione, a cui era obbligato dalla precedente normativa, e quindi che tutta la procedura si inceppi.

Nella relazione al disegno di legge si dice “Al riguardo, non è chi non veda come l‘obbligo, gravante sul Commissario Straordinario (cfr l‘attuale art. 4, comma 2, della Legge Marzano) di presentare in ogni caso un piano di ristrutturazione decorsi 180 giorni dalla propria nomina (c .d. ”tentativo obbligatorio di risanamento“), non attribuisce rilievo al fatto che un percorso di risanamento tout court potrebbe essere precluso dalla natura stessa della patologia dell‘impresa o addirittura dal peggioramento della situazione aziendale nonostante l‘avvio della gestione commissariale”, si legge nella bozza del ddl.

“Orbene, in ipotesi di questo genere si verifica la paradossale situazione per cui il Commissario Straordinario, a pena di revoca del proprio incarico, deve redigere e sottoscrivere un piano di ristrutturazione pur nella consapevolezza dell‘impossibilità di pervenire al risanamento dell‘impresa”.

Il ddl intende superare questo ostacolo. “Con il criterio di delega in parola si supera tale impasse, consentendo al commissario anche un‘immediata vendita di asset ancora fruttuosi, garantendo così maggiore elasticità al modello procedimentale”.

DECRETO PREVEDE SOSPENSIONE NORME ANTITRUST

Il decreto prevede inoltre “la sospensione delle norme antitrust”.

Il riferimento è alla legge attuativa dell‘Autorità garante per la concorrenza e il mercato che prevede la possibilità per il governo di chiedere una deroga alla normativa antitrust per tutelare rilevanti interessi nazionali.

Oggi, a questo proposito alcuni giornali hanno parlato di un periodo di 6 mesi di sospensione.

Il decreto di occupa anche della tutela dei risparmiatori coinvolti nel caso Alitalia.

“Probabilmente la tutela dei risparmiatori sarà attuata consentendo il ricorso al fondo di tutela per il risparmio, quello alimentato dai conti dormienti”, ha aggiunto la fonte.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below