27 agosto 2008 / 09:31 / 9 anni fa

Alitalia, Matteoli: se Air France collabora ci fa piacere

RIMINI, 26 agosto - (Reuters) - Il governo italiano vede con piacere la possibilità di una collaborazione tra la Nuova Alitalia che nascerà con il piano di Intesa e la compagnia franco-olandese Air France Klm.

<p>Velivoli di Alitalia all'aeroporto di Fiumicino. REUTERS/Chris Helgren</p>

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, parlando a margine del Meeting dell‘Amicizia di Rimini.

“Se Air France ora vorrà collaborare con la Nuova Alitalia ci farà piacere”, ha detto Matteoli dopo aver ricordato le ragioni per cui il governo Berlusconi si era opposto al tentativo di acquisizione di Alitalia da parte della compagnia transalpina.

Ieri una fonte vicina al dossier Alitalia ha detto che oggi rappresentanti di Intesa si recheranno a Parigi per illustrare ai vertici della compagnia transalpina il piano Fenice che prevede la nascita di una nuova Alitalia senza esuberi e senza debiti, rimasti in una bad company affidata a un commissario straordinario.

Tra i possibili partner internazionali della nuova Alitalia, che interverrebbero in un secondo momento, c’è anche la tedesca Lufthansa.

GESTIONE ESUBERI CON SINDACATI TEMA PIU’ DELICATO

Lasciando poi sullo sfondo la questione dell‘alleato internazionale della rinata Alitalia, Matteoli parla del tema “più delicato” per il governo che è la gestione degli esuberi, indicati finora attorno a 7.000.

“Ora c’è l‘aspetto più delicato che è ovviamente l‘incontro con i sindacati”, ha detto Matteoli.

“Se domani il Consiglio dei ministri approva tutto, se dopodomani il cda [di Alitalia] procede, ovviamente subito dopo bisogna aprire il confronto con i sindacati” sugli esuberi, ha aggiunto il ministro che ha evitato di fornire indicazioni sul numero del personale considerato in eccesso. “Sarebbe assurdo dirlo oggi perché ci deve essere il confronto con i sindacati”.

Oggi sulla stampa è stata rilanciata l‘ipotesi che parte degli esuberi possano essere ricollocati in aziende della pubblica amministrazione come Poste, Fintecna, Demanio e Agenzia delle Entrate.

Su questo Matteoli non si sbilancia: “E’ tutto da decidere”, si è limitato a dire.

Anche sui tempi di una eventuale convocazione delle molte sigle sindacali interessate dalla vicenda Alitalia, Matteoli non fornisce indicazioni ulteriori.“I sindacati li dovrà convocare il ministro del lavoro [Maurizio Sacconi]”

IMPEGNO DEI PRIVATI SIGNIFICA CHE COMPAGNIA HA FUTURO

Matteoli ha anche sottolineato il significato del forte impegno del capitale privato nella Nuova Alitalia, dopo che ieri è stata ufficializzata la cordata di 16 imprenditori che impegneranno circa un miliardo di euro e a capo della quale ci sarà il due Roberto Colaninno (presidente) e Rocco Sabelli (Ad).

“E’ evidente che se alcuni imprenditori italiani tirano fuori una cifra consistente per salvare Alitalia vuol dire che vedono in Alitalia un futuro, perché non possiamo pensare che gli imprenditori privati investano senza avere almeno un‘idea di ritorno”, ha detto il ministro.

Ieri è stata costituita, per il momento con 16 investitori, la società Compagnia Aerea Italiana, con l‘obiettivo di dar vita alla nuova compagnia di bandiera italiana, rilevando asset di Alitalia e AirOne.

I soci sono Roberto Colaninno tramite Immsi, gruppo Benetton tramite Atlantia, Gruppo Aponte, Gruppo Riva, Gruppo Fratini tramite Fingen, gruppo Ligresti tramite Fonsai, Equinox, Clessidra, gruppo Toto, gruppo Fossati tramite Findim, Marcegaglia, Bellavista Caltagirone tramite Acqua Marcia, Gruppo Gavio tramite Argo, Davide Maccagnani tramite Macca, Tronchetti Provera e Intesa Sanpaolo.

La Nuova Alitalia rileverebbe dalla Vecchia Alitalia posta in liquidazione, previo decreto ad hoc nel consiglio dei Ministri previsto per domani, aerei, slot e contratti lasciandole gran parte dei debiti e circa 7.000 esuberi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below