14 settembre 2008 / 09:51 / 9 anni fa

Telecom-Telefonica, Aznar: in Europa c'è neoprotezionismo

S. MARTINO IN CAMPO (Reuters) - Facendo riferimento ai rapporti industriali fra Italia e Spagna, compresi i rapporti fra Telecom Italia e Telefonica e fra Endesa ed Enel, l‘ex primo ministro iberico Josè Maria Aznar ha detto che si vede la nascita in Europa di un neoprotezionismo invece che privilegiare la redditività delle aziende.

Aznar ha parlato nel corso di un convegno al Meeting annuale della Confesercenti.

“Si vede la nascita in Europa di un certo neoprotezionismo e questo è negativo. In un‘azienda non è importante la nazionalità, ma che abbia un ottimo rendimento”, ha risposto Aznar alla domanda su come veda i rapporti industriali fra Italia e Spagna con riferimento al caso Telecom Italia e Telefonica ed a quello Endesa ed Enel.

“Ho sempre difeso la liberalizzazione del mercato che deve essere accompagnata però dalle privatizzazioni. La grande sfida per l‘Europa è economica, non è istituzionale”, ha aggiunto Aznar.

Nei giorni scorsi il presidente di telefonica e socio di telco che controlla Telecom Italia, Cesar Alierta, ha avuto una serie di incontri politici, istituzionali, imprenditoriali in Italia sull‘assetto proprietario di Telecom. Prima di questi incontri Aznar ha incontrato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Secondo una ricostruzione del colloquio fatta da Repubblica, Aznar avrebbe difeso la possibilità di Telefonica di assumere il controllo di Telecom, per la quale Berlusconi sarebbe invece interessato a difenderne l’“italianità”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below