13 agosto 2008 / 16:02 / 9 anni fa

Cina attesa post-Olimpiadi da nodi economia

SHANGHAI (Reuters) - Mentre gli atleti si sfidano in campo per le discusse Olimpiadi in corso a Pechino, l‘economia cinese non si mostra altrettanto brillante.

Oggi alla borsa di Shanghai l‘indice dei principali titoli cinesi ha toccato i minimi di 19 mesi, colpito dalle preoccupazioni che un rallentamento della crescita danneggi gli utili delle società.

Sulla borsa cinese, che ha poi recuperato gran parte del calo prima della chiusura, ci sono voci sulla possibilità che fondi sostenuti dal governo possano entrare sul mercato per aiutare la ripresa dell‘indice. Si tratterebbe di una novità, visto che il governo cinese non ha sinora messo fatto molto di concreto per evitare un declino che ha portato l‘indice borsistico cinese a perdere oltre il 60% dal picco dello scorso ottobre.

In particolare le azioni del settore bancario e finanziario hanno perso terreno sui timori che un rallentamento della crescita crei maggiori insolvenze. Industrial & Commercial Bank of China, il maggior erogatore di mutui, ha perso oggi il 2,86% a 4,75 yuan.

PREOCCUPAZIONI SU SVILUPPO ECONOMIA

Nel suo ultimo report China International Capital ha parlato di un “crescente consenso” sulla tendenza negativa che affligge l‘economia mondiale e i mercati azionari, a causa di un‘alta inflazione e della crisi dei mutui subprime.

Un commento sul quotidiano di stato cinese ammonisce sul fatto che la Cina sta fronteggiando l‘anno più difficile per il suo sviluppo economico e sollecita interventi che contrastino l‘inflazione, invocando continuità e stabilità nelle politiche macroeconomiche.

“Tutti sono inclini a credere che il 2009 sarà un anno ancora più difficile per la Cina” ha commentato l‘analista Xu Yan, strategist a Shenyin & Wanguo Securities.

La crescita annuale delle vendite al dettaglio è accelerata invece a una velocità record del 23,3% a luglio, al di sopra delle attese degli analisti. La crescita, alimentata in parte dalle Olimpiadi, dovrebbe tuttavia rallentare contrastata da un‘alta inflazione che colpirà il potere di acquisto dei consumatori.

Nel secondo trimestre il prodotto interno lordo cinese è salito, ma meno delle attese, a 10,1% dai 10,6% dei primi tre mesi dell‘anno, subendo esportazioni più deboli, maggiori restrizioni interne e il devastante terremoto in Sichuan. Tuttavia la crescita resta nell‘ordine delle due cifre sin dal 2003.

PETROLIO, DUBBI SU DOMANDA CINESE

Mentre il petrolio torna a salire a livello globale resta l‘interrogativo sulla reale quantità della domanda cinese di carburante. Questo mese è il secondo consecutivo in cui le importazioni di greggio sono state deboli. La notizia ha rinvigorito i ribassisti in materia, che l‘hanno interpretata come un segnale di una supervalutazione della domanda. Tuttavia, aumentano le importazioni di diesel e benzina, una tendenza che, dicono altri, si prolungherà dopo le Olimpiadi, quando le industrie riattiveranno le produzioni.

Entro fine anno inizieranno l‘attività nuove raffinerie e l‘importazione di greggio dovrebbe accelerare contrastata, però dal rallentamento dell‘immagazzinamento di prodotti con il conseguente taglio delle importazioni di carburante.

E’ difficile per gli analisti dare un giudizio fondato su dati certi a causa di una forte mancanza di trasparenza sui livelli di scorte messi da parte in vista dei giochi olimpici.

Secondo alcuni analisti il rallentamento della domanda è temporaneo e influenzato dalle Olimpiadi che hanno costretto industrie e miniere a chiudere per due mesi e ha allontanato dalle strade, nel tentativo di alleggerire l‘inquinamento, oltre un milione di macchine.

L‘agenzia internazionale per l‘energia (Eia) ha confermato per la Cina una domanda di petrolio di 8 milioni di barili per quest‘anno, in aumento del 5,6% rispetto all‘anno scorso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below