11 agosto 2008 / 10:14 / 9 anni fa

Greggio in rialzo su conseguenze guerra Georgia

LONDRA (Reuters) - Il petrolio cresce di circa 1 dollaro, recuperando parzialmente le perdite della precedente seduta intorno a 5 dollari, perchè gli scontri tra Russia e Georgia hanno interrotto alcune delle esportazioni dalla regione del Caspio.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

“Il confitto militare in Georgia è il fattore chiave che fa crescere i prezzi del petrolio questa mattina”, commenta David Moore, analista della Commonwealth Bank of Australia di Sydney.

Il conflitto nell‘Ossezia del Sud ha bloccato infatti le spedizioni del greggio da due porti della Georgia, secondo quanto dichiarato sabato scorso dalla società elettrica statale dell‘Azerbaijan.

Gli analisti osservano però che il progresso del petrolio è contenuto dalla crescita del dollaro, oggi ai massimi da sei mesi a questa parte contro il paniere di valute.

Il futures sul greggio Usa con scadenza a settembre, alle 12 sale di 79 cent a 115,99 dollari al barile, dopo aver toccato un massimo di 116,90 dollari al barile. L‘analoga scadenza sul Brent alla stessa ora sale invece di 72 cent a 114,05 dollari al barile.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below