28 luglio 2008 / 08:59 / 9 anni fa

Nigeria, militanti rivendicano due attentati a oleodotti

<p>REUTERS/George Esiri</p>

ABUJA (Reuters) - Il principale gruppo militante della regione petrolifera del delta del Niger ha detto oggi di avere attaccato due importanti oleodotti che appartengono alla Royal Dutch Shell, in un annuncio che ha provocato un aumento dei prezzi mondiali del greggio.

Il Movimento per l‘emancipazione del Delta del Niger (Mend), protagonista di una campagna di violenza che ha portato alla chiusura di circa un quinto degli impianti per estrazione nigeriani dal 2006, ha detto che i suoi militanti hanno sferrato gli attacchi all‘alba nella zona del delta.

La Shell sta verificando la notizia di un attentato al suo oleodotto di Nembe Creek, ma non ha confermato se la produzione sia stata danneggiata.

Secondo fonti industriali, circa 130.000 barili di greggio al giorno scorrono nell‘oleodotto che porta al terminal per l‘esportazione di Bonny.

I prezzi del greggio crude Usa sono saliti a quasi 124 dollari al barile alle prime contrattazioni di oggi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below