14 settembre 2008 / 08:46 / tra 9 anni

Alitalia, riprendono negoziati al ministero del Lavoro

ROMA (Reuters) - Sono ripresi stamattina i contatti tra le parti interessate alla partita di Alitalia al ministero del Lavoro, mentre gli assistenti di volo sono attesi in giornata a Palazzo Chigi per una sessione di colloqui separata, così come in un round a parte si affronterà la questione dei piloti. Lo hanno detto oggi fonti sindacali.

Il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, entrando al ministero, ha detto che si tratta sempre di “incontri informali” con i sindacati. Al ministero è arrivato anche il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli.

Rocco Sabelli, ad della Cai -- la società che dovrebbe rilevare asset e il personale di Alitalia ed è attualmente la controparte dei sindacati -- non ha voluto dire all‘ingresso se esista uno spiraglio per risolvere la situazione della compagnia di bandiera, dopo che ieri il commissario, Augusto Fantozzi, ha ipotizzato il taglio di alcuni voli da lunedì per mancanza di carburante.

Sulle possibilità di intesa con la Cai, il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, ha detto che “molto dipende dal lavoro che sapremo fare oggi e dalla capacità di realismo ed elasticità che tutti avranno, impresa e sindacati”.

Nella notte si è continuato a lavorare a Palazzo Chigi, dove è arrivato anche l‘ad di Intesa San Paolo, Corrado Passera, e sempre alla sede del governo dovrebbero tornare in serata tutti gli attori della vicenda. Il premier Silvio Berlusconi ha promesso ieri di seguire in prima persona la trattativa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below