8 settembre 2008 / 07:31 / 9 anni fa

Borse Asia Pacifico: rally degli indici, giù solo Shanghai

MILANO (Reuters) - Evidente rally per le principali piazze dell‘area Asia-Pacifico, come dimostra l‘andamento dell‘indice della zona in rialzo di quasi cinque punti percentuali sostenuto dai guadagni dei finanziari.

A dare ossigeno ai mercati, dopo le recenti perdite, la decisione, annunciata ieri, del governo Usa di correre in aiuto dei giganti nei finanziamenti dei mutui, Fannie Mae e Freddie Mac, assumendone il controllo.

Una mossa mirata a sostenere il mercato immobiliare Usa e a prevenire l‘allargamento delle turbolenze finanziarie.

Intorno alle 8,30 l‘indice MSCI, che misura le borse dell‘area Asia-Pacifico escluso il Giappone, balza del 4,93%, mentre Tokyo ha chiuso con un progresso del Nikkei di oltre il 3%.

Il dollaro sul finire della seduta asiatica è in calo nei confronti dell‘euro, ma resta sostenuto su uno yen debole, sulla scia del takeover su Fannie Mae e Freddie Mac.

Pressioni sul petrolio, con il crudo leggero Usa in rialzo di quasi 2 dollari al barile a 108,03 dollari, sui timori di pesanti conseguenze dalla ricca stagione di uragani.

Tra le singole piazze, progressi superiori al 5% per TAIWAN e SEUL. La borsa di Taipei ha messo a segno il miglior rialzo in sei anni, mentre SEUL segna il record dell‘anno trainata dal rally dei finanziari come Woori Finance Holdings.

Unica nota negativa SHANGHAI, sui minimi degli ultimi 20 mesi appesantita dai timori di un rallentamento dell‘economia cinese.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below