5 settembre 2008 / 11:28 / tra 9 anni

Generali, no a cambio governance, due AD è il minimo - Bernheim

CERNOBBIO (Como), Reuters - Al momento non è previsto alcun cambio di governance per Generali in quanto due amministratori delegati per la compagnia triestina rappresentano il minimo per lavorare.

Lo ha detto il presidente Antoine Bernheim a margine del workshop Ambrosetti.

“Al momento no”, ha risposto a chi gli chiedeva se fosse previsto un cambio di governance per Generali.

“Non ho l‘età per sapere se sarò ancora là ma fino all‘aprile del 2010 penso ci sia necessità di più AD”, ha aggiunto Bernheim, riferendosi alla scadenza del suo mandato nel 2010.

Nei mesi scorsi Cesare Geronzi, presidente del consiglio di sorveglianza di Mediobanca, principale azionista di Generali, aveva dichiarato che due AD per Generali sono troppi.

“Abbiamo rapporti con talmente tanti dirigenti di tanti paesi che ci vuole un AD che se ne occupi e poi ce ne vuole uno anche per l‘Italia, due è il minimo per lavorare”, ha aggiunto Bernheim.

“Non so in quale contesto parlasse Geronzi, è il suo punto di vista e se ne può discutere, ma non penso che Generali possa avere un solo AD”, ha concluso Bernheim.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below