5 agosto 2008 / 08:55 / tra 9 anni

Greggio, futures Usa scivolano fino a 118 dlr, minimo tre mesi

LONDRA (Reuters) - Ampliano la discesa i derivati sul greggio, con i contratti Usa che si spingono fino a toccare 118 dollari il barile, nuovo minimo degli ultimi tre mesi, e quelli sul Brent in caduta fino a 116,91 dollari.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

A monte della flessione dei prezzi la prospettiva di un aumento dell‘offerta Opec parallelo al rallentamento della domanda Usa ed europea.

Intorno alle 10,50 italiane il futures Nymex a settembre arretra di due dollari e 45 centesimi a 118,96 dollari il barile, mentre l‘analoga scadenza sul Brent perde due dollari e 76 centesimi a 117,92 dollari il barile.

Intanto, da Dubai, una fonte dell‘Opeca ha fatto sapere che l‘organizzazione dei produttori non cambierà la sua politica di produzione di petrolio per interrompere il recente calo dei prezzi nella prossima riunione di settembre. L‘Opec interverrà solo se si scenderà sotto gli 80 dollari/barile.

“In questo momento, a questo livello di prezzo, l‘Opec non ha intenzione di muoversi”, ha detto la fonte.<

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below