5 agosto 2008 / 05:38 / tra 9 anni

Borsa, i titoli da tenere d'occhio di martedì 5 agosto

<p>Un investitore in Borsa. REUTERS/Stringer (CHINA)</p>

Di seguito i titoli che potrebbero muoversi oggi a Piazza Affari. Borse europee attese miste in avvio.

UNICREDIT - In autunno partirà il riassetto del gruppo, deciso nel consiglio di metà luglio, secondo quanto risulta al Messaggero. Una riorganizzazione nel segno della continuità del modello divisionale, allargato però a tutte le province. La Banca verrà divisa in tre fasce e l‘Italia farà parte del primo livello insieme ad Austria, Germania e Polonia. Verranno inoltre introdotte nuove figure di manager.

LUXOTTICA - In una dichiarazione rilasciata al Corriere l‘AD Andrea Guerra smentisce le voci che lo vogliono in uscita dal gruppo del lusso, esprimendo al contempo fiducia per i risultati e aggiungendo che il titolo si riprenderà.

PIRELLI RE - Ha annunciato un forte calo dell‘utile netto nel primo semestre rispetto all‘anno scorso e ha detto che potrebbe non raggiungere i risultati prefissi per il 2008 nel caso in cui alcune operazioni in corso non andassero a buon fine.

MARIELLA BURANI - L‘azionista di controllo sta ultimando la valutazione dell‘offerta di acquisto di azioni del gruppo attivo nel tessile. Il progetto prevede l‘acquisto di una quota tra il 15 e il 18% del capitale e un prezzo tra 17 e 18 euro. Nei giorni scorsi si fosse parlato di un‘Opa totalitaria finalizzata al delisting.

A quanto risulta al Giornale, al capitale del veicolo che lancerà l‘Opa partecipa tra gli altri il gruppo Damas di Dubai.

A2A - Il comune di Bergamo, terzo azionista pubblico della ex-municipalizzata con una quota di poco inferiore al 2% di capitale, non esclude di vendere una parte della partecipazione - lo 0,1-0,2% pari a 10-12 milioni di euro - per finanziare opere pubbliche.

MPS - Secondo MF nei giorni scorsi a Siena avrebbero messo uno stop definitivo alla cessione dei due istituti esteri del gruppo, Mps Francia e Mps Belgio, a causa dei troppi vincoli imposti dalle autorità di vigilanza francesi per autorizzare la cessione alla cordata di banche russe.

MAIRE TECNIMONT - In un‘intervista rilasciata al Sole, il presidente Fabrizio Di Amato dice che il petrolio sta aiutando l‘impiantistica e che la domanda di greggio renderà necessarie nuove strutture, per un business da 50 miliardi.

GEMINA - I soci di Gemina sono pronti ad accorciare la catena di controllo riaprendo all‘ipotesi di una fusione con Adr. Il dossier, secondo quanto risulta a Finanza & Mercati, sarebbe tornato da alcune settimane allo studio dei grandi azionisti, a cominciare dalla famiglia Benetton che detiene quasi il 30% di Gemina, cui fa capo il 95,8% di Aeroporti di Roma.

INTESA SANPAOLO - Ha effettuato l‘operazione di cartolarizzazione di un portafoglio di mutui fondiari residenziali in bonis per 8 miliardi di euro tramite il veicolo Adriano Finance così come anticipato lo scorso 28 marzo.

BANCA FINNAT - Ha archiviato il primo semestre con un utile netto consolidato pari a 1,66 milioni contro i 17,49 milioni dello stesso periodo 2007 (-90,50%), per effetto soprattutto di plusvalenze non ripetibili registrate nel primo semestre 2007. Confermato l‘obiettivo per il 2008 di un utile netto pari a 14 milioni di euro. [nBIA04b81]

SORGENIA, GRUPPO CIR - L‘operatore energetico punta a raggiungere 3 milioni di clienti e 500 mila forniture entro il 2009. Lo ha detto al Sole il direttore generale Riccardo Bani.

CELL THERAPEUTICS - Craig W. Philips ha assunto l‘incarico di nuovo presidente del gruppo.

ITWAY - Ha archiviato il terzo trimestre con ricavi in crescita del 13,8% a 28,9 milioni di euro.

UNI LAND - Ha firmato il preliminare di vendita a investitori privati delle proprie partecipazioni, pari al 51%, in tre società immobiliari di costruzione per un valore di 1,2 milioni di euro.

PIERREL - Ha siglato un contratto con la tedesca Heraus per 400.000 euro.

MARCOLIN - Ha chiuso il primo semestre con un risultato netto di 7,5 milioni di euro rispetto al rosso di 2 milioni registrato nell‘analogo periodo 2007.

NOVA RE - AEDES detiene l‘87,087% del capitale in seguito all‘offerta di pubblico acquisto obbligatoria sul 10,1% di Nova Re.

ATLANTIA, AUTOSTRADA TO-MI, PIRELLI, CALTAGIRONE EDITORE, CAMFIN, DMAIL, EXPRIVIA, FILATURA DI POLLONE, ROSSS, SIAS, VALSOIA, ENGINEERING - Presentano i risultati trimestrali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below