3 settembre 2008 / 17:35 / 9 anni fa

Carburanti, Mse: oggi prezzo in euro brent più alto di maggio

ROMA (Reuters) - Il prezzo del petrolio espresso in euro per i primi giorni di settembre è più alto del 4,3% rispetto a quello registrato a maggio quando il brent, quotava, in dollari, all‘incirca quanto in questi primi giorni di settembre, 107 contro 109, e ci sono ancora margini per la riduzione del prezzo finale.

Lo spiega una nota dell‘Osservatorio prezzi del Ministero dello Sviluppo economico, nota scritta per rispondere alle lamentele sull‘andamento del prezzo dei carburanti delle associazioni dei consumatori secondo le quali il prezzo non seguirebbe quello al ribasso della materia prima. L‘Osservatorio attribuisce la responsabilità del maggiore prezzo attuale all‘andamento del dollaro.

“Le quotazioni internazionali del petrolio brent dated degli ultimi giorni sono di circa 107 dollari al barile, con tendenza al ribasso. A fronte di questo prezzo il 1° settembre scorso il prezzo della benzina era pari a 1,454 euro al litro e quello del gasolio di 1,416. Il cambio euro-dollaro del 2 settembre è stato di 1,4516. Quindi un barile di petrolio costa oggi 73,7 euro”, spiega il ministero. Che aggiunge paragonando il prezzo dell‘altro ieri alla media del periodo primaverile: “Un prezzo del brent dated analogo a quello attuale è stato registrato nel periodo 15 aprile/ 2 maggio, in cui la quotazione media del barile è stata di 109 dollari (con tendenza al rialzo)”.

All‘epoca, continuano gli esperti del ministero, il prezzo Italia della benzina era in media di 1,400 euro al litro (minimo 1,380 - massimo 1,431) e quello del gasolio era in media di 1,377 (minimo 1,346 - massimo 1,409). Il tasso medio di cambio euro-dollaro era di 1,573. Il prezzo medio del barile risultava quindi di 69,4 euro”.

Tutto questo per dire che “nei due periodi considerati, la variazione del prezzo del brent dated espresso in euro ha segnato dunque un rincaro del 4,3%. A fronte di questi dati, relativi al prezzo del petrolio e del cambio euro-dollaro, i prezzi attuali di benzina e gasolio appaiono sostanzialmente allineati a quelli di aprile-maggio”.

Va rilevato inoltre, spiegano gli uomini di Scajola, che dal primo di luglio la benzina ha subito un calo di prezzo del 4,7% e il gasolio del 6,9%, anche se ammettono che “esiste ancora un differenziale tra i prezzi medi italiani e i prezzi medi europei e dunque c’è ancora spazio per recuperare efficienza e ridurre i prezzi della benzina e soprattutto del gasolio ”..

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below