30 aprile 2008 / 10:52 / 9 anni fa

Fisco, entrate totali gennaio-aprile +7%, da F24 +4%

<p>L'edificio del Ministero dell'Economia riflesso sulle vetrate della Banca d'Italia, a Roma. REUTERS</p>

ROMA (Reuters) - Nel primo quadrimestre del 2008 le entrate erariali versate con il modello F24 (settore privato) sono cresciute del 4% ed i versamenti totali (che includono i contributi per le pensioni e le entrate locali) sono cresciuti del 7%.

Lo si legge in una nota del ministero delle Finanze.

L‘andamento dei primi 4 mesi, dice in particolare la nota, “va ben al di sopra dell‘andamento atteso per tutte la maggiori variabili macroeconomiche” e “segna un sensibile miglioramento rispetto alle previsioni della manovra finanziaria per il 2008, in base alla quale si stimava una riduzione delle entrate”.

“Dopo un primo trimestre fortemente positivo (con una crescita delle entrate erariali di circa il 5,2% e dei versamenti complessivi effettuati con modello F24 di circa l‘8,4%) il rallentamento dell‘economia ha tuttavia cominciato a far sentire i propri effetti”, spiega la nota.

In particolare, nel mese di aprile i versamenti totali effettuati con modello F24 (settore privato) sono cresciuti del 2,5%, mentre i versamenti per la sola parte erariale sono rimasti invariati rispetto allo stesso mese dello scorso anno. I versamenti Irpef effettuati con modello F24 sono cresciuti ad aprile ad un tasso elevato di circa l‘8,4% e i versamenti Ires di circa il 44%.

“A risentire di più del rallentamento dei consumi sono state invece l‘Iva e le accise. Il gettito dell‘Iva sugli scambi interni è diminuito ad aprile di circa il 6% rispetto allo stesso mese del 2007(-1,1% da inizio anno), principalmente a causa di una riduzione generalizzata dei versamenti effettuati dei contribuenti minori e di una sostanziale invarianza nei versamenti dei contribuenti maggiori”.

Le accise sugli oli minerali sono diminuite ad aprile di oltre il 7% (-0,6 da inizio anno), a causa di un calo dei consumi (le accise sono calcolate sui litri di prodotto venduto) provocato anche dall‘aumento dei prezzi, ciò segnala un cambiamento rilevante dei comportamenti dei consumatori dal momento che tradizionalmente la domanda dei prodotti energetici risultava molto rigida rispetto al prezzo”, continua la nota.

Per il ministero dell‘Economia, “le prospettive di gettito per l‘anno restano positive e in linea con le previsioni di fine anno”.

“In particolare, il gettito di questi primi mesi segnala la possibilità di un positivo andamento dell‘autoliquidazione per l‘anno. Inoltre, negli ultimi mesi sono entrare in vigore importanti misure anti-evasione che sosteranno il gettito come la tenuta degli elenchi clienti e fornitori e le nuove regole anti-riciclaggio sugli assegni non trasferibili. Queste misure costituiscono importanti deterrenti all‘evasione”, conclude la nota.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below