27 giugno 2008 / 05:49 / 9 anni fa

Dollaro resta su minimi contro euro, yen stabile dopo dati macro

<p>REUTERS/Toru Hanai</p>

TOKYO (Reuters) - Il dollaro non si allontana dai minimi di tre settimane toccati ieri nei confronti dell‘euro, appesantito dai deboli fondamentali dell‘economia Usa e dai nuovi timori sul credito dopo la previsione di nuove svalutazioni per Citigroup.

Il calo delle borse e il rialzo del greggio oltre 140 dollari al barile ha suggerito a diversi trader prospettive di ulteriore debolezza per il biglietto verde, nonostante il sostegno a una valuta forte espresso da diverse autorità Usa.

La sessione sulla piazza asiatica non è stata particolarmente influenzata dalla serie di dati macro sul Giappone pubblicati nella notte italiana, che non hanno alterato l‘ipotesi di un rallentamento dell‘economia a fronte di tassi stabili quest‘anno.

Il dollaro è risalito oltre 107 yen dai minimi di sessione a 106,65 yen, mentre la borsa di Tokyo cede oltre il 2,3% a pochi minuti dalla chiusura. Lo yen potrebbe beneficiare secondo qualche trader dell‘avversione al rischio per lo smobilizzo delle posizione di carry trade, ma l‘attesa di tassi deboli probabilmente lo penalizzeranno contro le valute ad alto rendimento.

Intorno alle 7,35 italiane l‘euro vale 1,5731/34 dollari da 1,5751 dell‘ultima chiusura e 168,57/60 yen da 168,22. Il dollaro/yen si attesta invece a 107,13/16 da 106,80.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below