23 giugno 2008 / 06:58 / tra 9 anni

Borse Asia, indici in rosso con Wall Street e greggio

MILANO (Reuters) - Seduta in rosso per le borse asiatiche e del Pacifico, condizionate dalla chiusura negativa di Wall Street e dal ritorno del greggio sopra i 136 dollari al barile.

A pesare sono soprattutto i segnali di debolezza che provengono dal settore finanziario americano, intrecciati con i timori di inflazione in uno scenario di rallentamento economico mondiale.

Il morale degli investitori risente anche della delusione per la mancata soluzione all‘impennata dei prezzi petroliferi con cui si è concluso il vertice d‘emergenza tra potenze energetiche in Arabia Saudita.

Alle 9,00 l‘indice dell‘area Asia-Pacifico MSCI, esclusa Tokyo, è in calo dello 0,91%. L‘indice Nikkei del Giappone è sceso dello 0,61%.

Tra le piazze dell‘area Asia-Pacifico la peggiore è SHANGAI che perde oltre il 2% sull‘annuncio da parte del governatore della Banca centrale del Paese, Zhou Xiaochuan, di una possibile stretta monetaria per frenare l‘inflazione dopo la decisione di aumentare i prezzi del carburante la settimana scorsa. Penalizzati i raffinatori petroliferi, con Sinopec che cede più di sette punti percentuali.

Più contenute le perdite ad HONG KONG dove si muove in netto ribasso Aluminum Corp of China (Chalco) (-7%) che ha lanciato l‘allarme sugli utili del semestre. Male a SINGAPORE la società di container Neptune Orient Lines, che scende del 2,13% dopo la notizia di trattative per raccogliere prestiti per 5-7 miliardi di dollari.

Le vendite prevalgono anche a TAIWAN, che tocca il minimo di quattro mesi sotto il peso dei titoli esportatori. Hon Hai, esportatore di componenti elettroniche, lascia sul terreno il 2,12%, mentre il produttore di chip TSMC, titolo più pesato dell‘indice, perde quasi il 3%.

Termina ai minimi di 12 settimane SEUL per colpa di finanziari e tecnologici. Segno meno anche per BOMBAY, che ha registrato i minimi di 10 settimane con gli investitori preoccupati di un altro aumento dei tassi d‘interesse per frenare l‘inflazione. SIDNEY chiude poco sotto la parità grazie al rimbalzo delle banche.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below