23 giugno 2008 / 06:08 / tra 9 anni

Inflazione, Bce ha chiesto di mettere un tasso sotto 2%-Tremonti

LEVICO TERME, Trento (Reuters) - La scelta di indicare nel Dpef un tasso di inflazione all‘1,7% è stata una scelta imposta dalla Banca centrale europea. Lo ha detto il ministro dell‘Economia, Giulio Tremonti, intervenendo alla Festa della Cisl.

<p>Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti (a sinistra) a colloquio col presidente della Bce Jean-Claude Trichet. REUTERS/Thierry Roge (BELGIUM)</p>

Se volete una risposta tecnica sulla scelta fatta, ha detto il ministro, vi dico che “è stata la Bce a dire: bisogna stare tutti sotto il 2%. Se uno mette un numero più alto ti chiamano da Francoforte e ti chiedono cosa stai facendo...”.

Il ministro ha anche spiegato che la risposta politica a quella scelta non ha a che fare con le decisioni del governo ma con i fenomeni dell‘economia mondiale, come l‘enorme peso assunto dalla speculazione nello spingere verso l‘alto i prezzi delle materie prime..

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below