22 maggio 2008 / 06:29 / tra 9 anni

Governo approva pacchetto fiscale su Ici e straordinari

<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. REUTERS/Alessandro Bianchi (Italia)</p>

di Giuseppe Fonte

NAPOLI (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha approvato il pacchetto fiscale che prevede l‘abolizione dell‘Ici sulla prima casa e la riduzione della tassazione della parte variabile del salario su straordinari e premi di produzione.

Secondo quanto riferito al termine della conferenza stampa di Napoli dal ministro dell‘Economia Giulio Tremonti il pacchetto è stato finanziato per circa 2,6 miliardi di euro con tagli alla spesa e il resto della copertura arriverà a giugno.

Tremonti aveva detto ieri che l‘intero pacchetto vale grosso modo 4 miliardi di euro.

“Oggi abbiamo ridotto le spese e coperto per grosso modo 2,6 miliardi. L‘Ici vale di più rispetto a quanto coperto oggi e sarà integralmente coperto a giugno”. ha detto il ministro.

Il governo non ha fornito dettagli sulle voci interessate ma il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha assicurato che “gli impegni presi con l‘Unione europea sul bilancio verranno rispettati”.

“Sono stati tagliati soprattutto i regali agli amici e agli amici degli amici che la precedente amministrazione aveva distribuito non poco con il decreto milleproroghe”, ha commentato Berlusconi.

“Molte voci di spesa saranno definite entro giugno”, ha ribadito Tremonti che vuole anticipare parte della Finanziaria in un provvedimento di appoggio al Dpef in cui sarà definito anche il programma triennale di politica economica del governo.

Tra i provvedimenti di giugno potrebbe entrare anche una rimodulazione della base imponibile per le banche e altri settori.

Dalle informazioni emerse nei giorni scorsi, il decreto sul lavoro dovrebbe prevedere la tassazione degli straordinari e dei premi di produttività al 10% in via sperimentale per 6 mesi, da giugno a dicembre 2008, per operai e impiegati del settore privato con un reddito che nel 2007 non abbia superato i 35 mila euro. L‘aliquota del 10% non sarà applicata sull‘interno monte straordinari e premi maturato nei sei mesi, ma su una quota, sarà dunque introdotta una soglia intorno ai 3.000 euro.

“La sperimentazione sarà monitorata con lo scopo di misurare l‘effettiva crescita dei salari, la maggiore produttività, l‘evoluzione delle relazioni industriali, il saldo di finanza pubblica derivante dalle minori entrate fiscali dovute alla riduzione del prelievo e le maggiori entrate dovute all‘emersione del sommerso”, aveva detto ieri il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi.

Renato Brunetta, responsabile della Funzione pubblica, ha detto oggi che gli statali sono stati esclusi “nella convinzione che la PA necessiti di un grande progetto di riforma”.

Per quanto riguarda l‘Ici, il governo ha annunciato l‘estensione dell‘abolizione della tassa già prevista da giugno per circa il 40% delle prime case anche al resto delle abitazioni principali, e forse anche ai garage.

Ai sindacati, preoccupati che i Comuni scarichino il mancato introito Ici sui cittadini con ulteriori tasse locali, Tremonti ha garantito il rifinanziamento integrale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below