21 aprile 2008 / 07:31 / tra 10 anni

Tremonti: crisi finanziaria non è finita, stimo Draghi

ROMA (Reuters) - La crisi finanziaria globale è molto grave e non è affatto finita.

<p>Una immagine di archivio di Giulio Tremonti REUTERS/Gerard Cerles/Pool</p>

Lo ha detto Giulio Tremonti, prossimo ministro dell‘Economia, in un‘intervista a La Repubblica in cui conferma la sua stima per il governatore di Bankitalia Mario Draghi.

“Io resto convinto che la crisi sia molto grave e che i suoi effetti negativi sono tutt‘altro che esauriti”, ha detto il futuro ministro del governo di Silvio Berlusconi.

“Penso quindi quello che pensano tutti: la ricetta indicata dallo Stability Forum, che non è il piano Draghi come qualcuno pensa, è un modo vecchio di rispondere a problemi del tutto nuovi”, ha aggiunto.

Tremonti, che ha definito nei giorni scorsi “un‘aspirina” il piano anti crisi del Financial Stability Forum, sottolinea che le sue perplessità non significano una censura al governatore della Banca d‘Italia.

“Guardate che io non ho mica voluto attaccare il governatore, con le mie parole sul piano anti crisi del Financial Stability Forum. Sono amico ed ho stima di Draghi: figurarsi se in un momento del genere vado a cercare un conflitto personale con Via Nazionale”, ha detto Tremonti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below