20 maggio 2008 / 07:44 / 9 anni fa

Borsa Milano chiude negativa con Europa, pesanti media e lusso

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in deciso ribasso, in sintonia con la negatività diffusa su tutte le borse internazionali.

<p>L'ingresso della Borsa di Milano in una foto d'archivio. REUTERS/Daniele La Monaca DLM/TZ</p>

“Il petrolio vola e il dollaro si sbriciola”, sintetizza un trader. Nel pomeriggio gli umori dei mercati sono stati ulteriormente raffreddati dai dati sull‘inflazione core di aprile negli Usa, salita più del previsto.

A livello settoriale sono particolarmente colpiti in tutta Europa gli editoriali sulla scia della britannica YELL, che lascia sul terreno oltre il 26% dopo la notizia di un dimezzamento del dividendo.

L‘indice S&P/MIB chiude in calo dell‘1,59%, il Mibtel dell‘1,6%, mentre l‘AllStar arretra dell‘1,29%. Volumi attorno ai 4,8 miliardi di euro nel finale.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 scivola in fondo al listino principale con un calo del 5,7% e volumi doppi rispetto alla media. Pesante anche MEDIASET (-5%) penalizzata dal taglio del target price di Goldman Sachs con giudizio sell, “che ha tirato giù tutto il comparto italiano”, secondo un trader. Il settore editoriale europeo cede il 2,5%.

* Il tonfo di Yell, la società britannica che pubblica gli elenchi telefonici, trascina anche la rivale italiana SEAT, che cede oltre il 5%.

* Tra i maggiori ribassi dell‘S&P/Mib anche società del lusso come BULGARI e LUXOTTICA, con cali intorno al 5%. GEOX perde oltre il 3%.

* Venduta pesantemente anche STM, -4,8%.

* Lettera diffusa sui bancari, tra cui limita i danni INTESA SANPAOLO (-1%) in un mercato che attende una soluzione al dossier del pacchetto di azioni della banca che il Credit Agricole ha messo in vendita.

* In tenuta energetici e petroliferi. Scatta nel finale IMPREGILO che estende il rialzo della vigilia con un +1,6%, unico segno positivo del paniere principale insieme a quello di TENARIS, +0,2%.

* Tra i titoli minori si conferma l‘interesse per MUTUIONLINE (+2,2%), che prosegue la corsa innescata ieri dalla notizia dell‘Opa lanciata da Ing Direct sul broker tedesco di mutui Interhyp.

* EUROTECH avanza dell‘1,9% sull‘accordo di fornitura siglato con la controllata statunitense di ANSALDO Sts, Union Switch & Signal.

* Debutto al palo (-0,18%) per BEST UNION, al primo giorno di contrattazione sul segmento Expandi 1.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below