23 giugno 2008 / 05:38 / tra 9 anni

Le azioni da tenere d'occhio di lunedì 23 giugno

Le borse europee sono attese miste in avvio.

Di seguito i titoli che potrebbero muoversi a Piazza Affari.

Contrassegnate con (*) le integrazioni.

INTESA SANPAOLO - L‘eventuale cessione della partecipazione del 5,6% detenuta da Credit Agricole, se avverrà, avverrà unicamente guardando alle condizioni di mercato, ha detto il direttore generale dell‘istituto francese Georges Pauget. [nL20599369]

La Robin Hood tax, decisa dal governo anche per il sistema bancario, avrà un impatto su i conti di Intesa-SanPaolo, ma non sarà enorme. Lo ha detto l‘AD Corrado Passera. [nL21290531]

(*) ENEL - Anche la società sarà assoggettata alla Robin Hood Tax e questo avrà un impatto di alcune centinaia di milioni sul bilancio, ha detto l‘AD Fulvio Conti. [nPAR158864]

La Ifc, braccio privato della Banca Mondiale, ha rilevato il 2,4% della Ogk-5, la “generation company” acquistata in Russia da Enel un anno fa, scrive domenica il Corriere della Sera. L‘accordo dovrebbe essere formalizzato nei prossimi giorni.

MEDIOBANCA - Stefania Marina Cossetti, moglie di Luigi Zunino, tra il 13 e il 16 giugno ha venduto lo 0,38% circa di Piazzetta Cuccia per un controvalore di 33,7 milioni di euro. [nL20438978]

TELECOM ITALIA - Affiancata da Deutsche Bank, avrebbe proposto ad Apax di mettere insieme le proprie controllate tedesche Hansenet e Aol Germany con Versatel - controllata al 43% dal fondo Usa - attraverso un‘operazione carta contro carta, scrive il Corriere della Sera sabato.

(*) TELECOM, FASTWEB - Hanno comunicato di aver siglato un accordo industriale finalizzato alla condivisione di infrastrutture necessarie alla realizzazione della rete di Nuova Generazione. [nL23108237]

Riguardo alle indiscrezioni sul Sole 24 Ore di sabato su un maxi-accordo da 1,7 miliardi che sanerebbe tutte le partite regolamentari e i contenziosi aperti, le due società precisano di non aver firmato nessun maxi-accordo ma di essere invece pervenute a una soluzione conciliativa in merito ad alcune controversie legali e regolatorie.

UNICREDIT - Il riassetto del gruppo successivo all‘incorporazione di Capitalia ha ricevuto il disco verde della Banca d‘Italia, ha detto una fonte Bankitalia. [nL20337970]

Il gruppo di Piazza Cordusio ha perso la battaglia legale contro il fondo Qvt, che aveva lamentato la violazione dei diritti delle minorities in una disputa sulla banca kazaka Atf Bank, acquisita dalla controllata Bank Austria Creditanstalt. Lo scrive sabato Finanza e Mercati. Nessun commento da Unicredit.

TISCALI - Sta ancora valutando le alternative strategiche sul tavolo della società e ribadisce che sono in corso trattative con diversi soggetti. [nL20576066]

ACEGAS - Prevede di arrivare al 2010 con un margine operativo lordo pari a circa 126 milioni di euro e un fatturato superiore ai 500 milioni. [nL20440467]

ACSM - I cda della società e di Agam hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione dell‘utility di Monza in quella di Como. [nL20713552]

(*) CREDEM - Valuterà l‘eventuale acquisizione degli sportelli che saranno messi in vendita da Mps in modo coerente alle proprie strategie di crescita esterna oculata e con grande attenzione ai prezzi. [nL20241699]

Fenera Holding, azionista con una piccola quota, è interessata a salire ed è pronta a cogliere l‘eventuale opportunità in occasione dell‘aumento di capitale, dice il presidente di Fenera Lucio Zanon di Valgiurata sabato al Corriere della Sera.

(*) AEDES - Il riassetto del gruppo gira intorno a tre punti: rafforzamento della famiglia Amenduni, attualmente ferma al 14%, diluizione della famiglia Castelli, socio di riferimento con il 26,7%, ingresso di un nuovo investitore arabo (si fa il nome di Dubai Investment Group). Lo scrive sabato il Sole 24 Ore citando indiscrezioni non confermate dalla società.

(*) RISANAMENTO - Stretta finale tra Dubai Investment e il fondo inglese Limitless per l‘acquisto dell‘area di Sesto San Giovanni, scrive il Sole 24 Ore sabato citando indiscrezioni secondo cui la transazione dovrebbe chiudersi a un prezzo di circa 600 milioni.

AS ROMA - La controllante Italpetroli ha detto che le intese in via di definizione con Unicredit, suo azionista e suo principale creditore, prevedono che la famiglia Sensi e le società del gruppo si impegnino a ridurre il debito con la cessione di asset e che quindi sarà Italpetroli a decidere se tra queste attività c’è anche il pacchetto di controllo della squadra di calcio della Capitale. [nL20293215]

SNIA - Nella relazione di Kpmg al bilancio consolidato 2007 si sottolineano “rilevanti incertezze” che “possono far sorgere dubbi sulla continuità aziendale del gruppo”. [nL20528549]

Ha messo in vendita i terreni della controllata Immobiliare Snia che si trovano nei comuni di Varedo, Paderno Dugnano e Limbiate, a una base d‘asta di 25 milioni di euro. [nL20362543]

(*) RECORDATI - Il 2008 dovrebbe chiudersi con ricavi a quasi 700 milioni e Ebit a circa 145 milioni, secondo la Lettera all‘investitore del Sole 24 Ore di domenica.

ENGINEERING - Il cda ha approvato i progetti di fusione per incorporazione delle controllate al 100% Engineering Sanità Enti Locali e Caridata nella capogruppo, operazione che consentirà di razionalizzare la struttura del gruppo. [nL20673114]

RETELIT - Il cda ha deliberato un aumento di capitale con warrant per un valore complessivo di circa 31,5 milioni di euro. [nBIA2049d ]

FIDIA, PRIMA INDUSTRIE, STEFANEL - Iniziano i rispettivi aumenti di capitale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below