19 giugno 2008 / 07:33 / 9 anni fa

Borsa Milano negativa con ciclici, bene utility, vola Tenaris

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta in leggero ribasso, segnata dalla debolezza dei settori ciclici, in parte compensata dalla forza di utilities e società ingegneristiche legate all‘energia.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Brendan McDermid</p>

I trader ricordano l‘attesa per la scadenza dei derivati (le cosiddette “tre streghe”), che avverrà domani.

In chiusura, l‘indice S&P/MIB ha perso lo 0,32%, il Mibtel lo 0,27% e l‘AllStars lo 0,7%. Volumi per un controvalore di circa 3,9 miliardi di euro.

* Giornata condizionata dagli energetici. “Tutto ruota attorno ad ENI”, sintetizza un‘operatrice. Il titolo del Cane a sei zampe ha perso lo 0,66%, sostenuto soltanto in parte dalla convinzione che la Robin Hood tax colpirà in modo contenuto il gruppo guidato da Paolo Scaroni. Eni ha risentito del taglio del rating di S&P e della riduzione della valutazione a “neutral” da “buy” varata da Goldman.

* Meglio SAIPEM, controllata da Eni: +2,48%. Dealer e analisti del settore energetico motivano la corsa di Saipem con la natura tutto sommato difensiva del business ingegneristico, ancor più significativa con il petrolio a livelli record. Per lo stesso motivo, TENARIS ha messo a segno un balzo del 9,15%, spinta anche da un report di Morgan Stanley. E PRYSMIAN, che produce cavi utilizzati nel settore energetico, ha realizzato un progresso dell‘1%.

* Un analista che segue gli energetici parla anche di “spostamento dei portafogli verso le società ingegneristiche”, con vendite sulle compagnie di raffinazione a causa della Robin Hood tax: SARAS, infatti, ha lasciato sul terreno il 5,37%, mentre ERG, partita in deciso ribasso, ha recuperato e terminato in calo dello 0,76%.

* Premiate le utilities, comparto difensivo per antonomasia: TERNA +2,41%, A2A +2%, IRIDE +3,3% ed ENIA +1,34%.

* Male i settori ciclici, in particolare i media. SEAT PAGINE GIALLE non arresta la caduta e arretra di un altro 4,78%, toccando il nuovo minimo dell‘anno a 0,0802 euro. Segno meno anche per L‘ESPRESSO, -2,61% dopo essere stato colpito da un taglio di target price da parte di Ubs. il broker ha ridotto il prezzo obiettivo anche di MONDADORI: -1,36%. MEDIASET ha perso il 2,56%.

* Nel contesto di un comparto bancario debole, spicca il balzo del 3,75% messo a segno da MEDIOBANCA. Un trader parla di rimbalzo dopo che il titolo ha toccato il nuovo minimo dell‘anno a 10,4 euro.

* Il rafforzamento del dollaro ha portato denaro su BULGARI, +1,46%, e LUXOTTICA, +0,29%.

* Bene PIRELLI: +0,38%. Dresdner ha tagliato il target price della controllante CAMFIN, salita dell‘1,16%, ma ha confermato il giudizio “buy”.

* TELECOM ITALIA ha lasciato sul terreno il 2,31%. Un trader ricorda che il numero uno di Telefonica, Cesar Alierta, ha escluso nuovamente l‘ipotesi di un takeover sulla compagnia. Un altro operatore sottolinea che “il pesante indebitamento del gruppo è un macigno con i tassi in salita”.

* Restando in materia di gruppi indebitati, i dealer mettono in risalto le difficoltà degli immobiliari: AEDES -2,67%, RISANAMENTO -11,91% e BASTOGI -6,74%.

* TISCALI - partita malissima sulle indiscrezioni, confermate da una fonte, secondo cui Vodafone ha ritirato l‘offerta d‘acquisto - ha chiuso con un ribasso del 3,96%. Straordinari gli scambi: sono passati di mano oltre 39 milioni di pezzi, pari al 6,8% circa del capitale.

* Fra le small e mid cap, MAFFEI ha messo a segno un progresso del 4,87%, beneficiando, spiega un dealer, in qualità di produttore di minerali industriali, del rally del paniere delle società minerarie, salito del 2,26%.

* Flessione del 9,93% per PRIMA INDUSTRIE nella giornata in cui la Consob ha autorizzato la pubblicazione del prospetto informativo relativo all‘offerta di azioni, conseguenza dell‘aumento di capitale da 25,65 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below