20 giugno 2008 / 06:22 / tra 9 anni

Manovra, Profumo: banche non sono vacche da mungere

BRESCIA (Reuters) - Il sistema bancario italiano sta sostenendo la crescita economica del paese in un momento di difficoltà e non va considerato unicamente come una risorsa da sfruttare.

<p>Alessandro Profumo REUTERS/Dario Pignatelli</p>

Lo ha detto Alessandro Profumo, AD di Unicredit, a margine di un convegno dedicato agli investimenti nell‘Est europeo.

“Non vorrei che venissimo considerati un po’ come la vacca da mungere”, ha detto Profumo riferendosi alle misure fiscali nei confronti degli istituti di credito annunciate dal Governo. “Il giorno in cui non ci sarà più latte il problema potrebbe diventare anche un po’ più consistente”.

Profumo, tornando sull‘argomento in un secondo tempo, ha sottolineato come sia stata aumentata la base imponibile “perché è stata resa indeducibile una quota degli interessi passivi. E’ abbastanza particolare come metodologia, faremo i conti sull‘impatto per noi”.

Nella manovra approvata ieri dal Consiglio dei ministri è stata rimodulata la base imponibile per banche e assicurazioni.

“A forza di pescare esclusivamente dalle banche, che hanno anche l‘Irap più alta rispetto ad altri sistemi, operare in Italia sarà progressivamente meno interessante, soprattutto per i grandi operatori internazionali”, ha aggiunto l‘AD.

“Potenzialmente, significa meno servizi alle imprese da parte di grandi banche internazionali”, ha spiegato.

Profumo ha ammesso che alcuni errori sono stati fatti in passato dalle banche, citando i casi Parmalat, bond argentini e Cirio, ma ha rivendicato anche i successi di questi ultimi anni.

“Non c’è settore economico in Italia che abbia fatto la ristrutturazione che il sistema bancario italiano ha fatto”, ha detto il manager. “Sembrava destinato alla morte, grazie a buone leggi ora due banche sono tra le prime cinque d‘Europa”.

Profumo ha sottolineato che mentre il Pil italiano rallenta gli impieghi sono cresciuti del 12% su anno. “Insieme ai cittadini, alle istituzioni e alle forze politiche ci si renderà conto che il sistema bancario è un po’ il sistema sanguigno dell‘economia”, ha detto.

“Può non piacerci, ma ne abbiamo bisogno”, ha concluso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below