16 giugno 2008 / 12:16 / 9 anni fa

Greggio torna sopra 135 dollari dopo storno su Arabia Saudita

LONDRA (Reuters) - Il greggio si è riportato sopra i 135 dollari al barile oggi; le quotazioni avevano ritracciato sensibilmente in reazione alla decisione dell‘Arabia Saudita di aumentare la produzione, portandola ai livelli più alti degli ultimi decenni.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

Il futures sul petrolio leggero, americano, con consegna a luglio sale di circa 60 centesimi a 135,45 dollari intorno alle 12,30 dopo aver perso fino a 1,4 dollari nella precedente seduta. Il derivato sul Brent londinese recupera 20 cents a 135,31 dollari.

L‘iniziativa saudita arriva prima del vertice che il 22 di giugno riunirà produttori e consumatori per cercare una risposta al rally record delle quotazioni petrolifere - il prezzo è raddoppiato nell‘ultimo anno - che ha suscitato diverse proteste in Asia ed Europa.

Alcuni analisti hanno interpretato l‘aumento della produzione saudita come il segnale che altri membri dell‘OPEC potrebbero presto prendere iniziative simili.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below