10 aprile 2008 / 07:15 / 10 anni fa

Italia, Cannata: emissioni non colpite da turbolenze

MILANO (Reuters) - Le emissioni italiane non sono state colpite dalle turbolenze internazionali, e anche se si è vista sul mercato un po’ di volatlità, la situazione si è fatta ora più tranquilla.

Lo ha detto, in un‘intervista a Reuters, Maria Cannata, direttore generale del dipartimento per la gestione del debito pubblico del ministero del Tesoro. Proprio cogliendo l‘opportunità favorevole di mercato, oltre che individuando un buon interesse da parte degli investitori, è stata decisa l‘emissione del nuovo Btp a 15 anni, collocato oggi per 4 mld e con ordini pr oltre 6,7 miliardi.

“Le nostre emissioni non sono state colpite dalle turbolenze internazionali. Se anche abbiamo visto in qualche occasione della volatilità, poi la situazione è tornata più tranquilla” ha detto Cannata. “Per il nuovo Btp 15 anni abbiamo colto una finestra favorevole, il mercato a partire dalla settimana scorsa ha visto un miglioramento, gli spread si sono ristretti e abbiamo preso l‘occasione al volo”.

“D‘altra parte abbiamo visto recentemente in più casi che quando si presenta l‘occasione è meglio non aspettare, tanto più che la prossima settimana verranno pubblicati i bilanci di altre banche e potrebbe vedersi altra volatilità. E anche quanto alla scelta della scadenza dei 15 anni, abbiamo rilevato un interesse per questo tratto della curva che solo un paio di settimane fa non c‘era”, ha detto ancora Cannata.

La percezione del mercato più favorevole si respira anche sul mercato internazionale per il Tesoro Italiano, tanto che nell‘ultimo mese si è riaperta la possibilità di emettere bond in dollari.

“Stiamo monitorando il mercato per valutare emissioni bond in dollari, nell‘ultimo mese il mercato è diventato più favorevole”, ha spiegato.

“Nei mesi scorsi le emissioni in dollari mostravano costi di funding non adeguate per noi, anche considerando lo swap in euro. Ora il mercato mostra una qualche opportunità, anche se è molto volatile. Monitoriamo il mercato e coglieremo le occasioni favorevoli”.

Cannata ha poi confermato che ”il fabbisogno sta andando bene“ e che il conto disponibilità a fine marzo era oltre i 40 miliardi di euro e anche ad aprile dovrebbe attestarsi su livelli simili”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below