9 giugno 2008 / 09:31 / 9 anni fa

Class action dovrebbe partire da luglio, dice Brunetta

ROMA (Reuters) - Il ministro per la Funzione pubblica, Renato Brunetta, sembra escludere un rinvio per l‘entrata in vigore della class action in Italia, strumento a difesa dei diritti collettivi di consumatori e utenti previsto nella Finanziaria 2008.

<p>Class action dovrebbe partire da luglio, dice Brunetta. REUTERS/Dario Pignatelli</p>

“La class action dovrebbe entrare in vigore a luglio. Si sta discutendo di come migliorare l‘efficacia e la trasparenza della norma”, ha detto Brunetta a margine della giornata inaugurale del corso di formazione dirigenziale della Scuola superiore della pubblica amministrazione.

Brunetta ha confermato il progetto governativo di estendere la class action anche alla pubblica amministrazione.

“Ridiscuteremo tutta la class action nel settore privato e la introdurremo anche nel pubblico impiego. Ci saranno sanzioni dure come la rimozione dei dirigenti”, ha spiegato il ministro.

La class action all‘italiana, introdotta in Finanziaria 2008, è stata criticata sotto numerosi aspetti da imprese e Confindustria in particolare. Alcuni aspetti su cui si sollecitano interventi riguardano l‘esigenza di escludere in modo chiaro la retroattività delle norme e modifiche alla possibilità di aderire alle azioni collettive fino al giudizio d‘appello.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below