5 giugno 2008 / 08:01 / 10 anni fa

Borse Asia-Pacifico, indici in calo su timori inflazione,domanda

MILANO (Reuters) - La discesa dei prezzi del petrolio sotto i 122 dollari al barile sui rialzi del dollaro e sui timori relativi alla domanda hanno appesantito le borse asiatiche, generalmente negative tranne Hong Kong, Taiwan e Bombay.

I mercati dell‘area risentono delle preoccupazioni relative all‘inflazione e alle ripercussioni sulla domanda interna anche alla luce dell‘incremento dei prezzi della benzina decisi in India e Malaysia.

Al calo delle quotazioni del greggio, che si è riflesso sui ribassi dei titoli del settore delle risorse di base, ha contribuito il recupero del dollaro per effetto anche della crescente attese che la Fed Usa sia più propensa ad alzare i tassi per combattere l‘inflazione piuttosto che tagliarli per sostenere la crescita.

Il presidente della Fed, Ben Bernanke, ha dichiarato ieri

che le aspettative di inflazione a più lungo termine sono un “timore significativo ” per la banca centrale.

Intorno alle 9,00 l‘indice MSCI, che registra l‘andamento dei mercati dell‘area esclusa Tokyo, segna un calo dello 0,5%.

L‘Hang Seng di Hong Kong è in territorio positivo, con scarsi scambi, grazie ai guadagni di Sinopec e delle compagnie tlc che hanno più che controbilanciato il calo dei titoli delle risorse di base.

A Seul l‘indice Kospi è sotto la partità risentendo della debolezza del settore finanziario.

L‘indice Australiano S&P/ASX 200 ha perso l‘1% circa sotto il peso di titoli come Bhp Billiton e Woodside Petroleum.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below