4 luglio 2008 / 11:26 / tra 9 anni

Draghi: rialzo Bce sosterrà consumi anche se penoso nel breve

MIRANDOLA (Reuters) - Per quanto ‘penosa’ nel breve termine, la decisione con cui ieri l‘istituto centrale di Francoforte ha varato una stretta di un quarto di punto dei tassi di riferimento europei è destinata a sostenere i consumi in un‘ottica di medio termine.

<p>Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi. REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY)</p>

Lo dice il governatore di Banca d‘Italia Mario Draghi in un intervento per la premiazione che lo ha visto oggi ricevere il riconoscimento ‘Giovanni Pico della Mirandola’.

Consigliere Bce, il banchiere italiano ricalca la linea del presidente Jean-Claude Trichet che mette in relazione il rialzo dei tassi di ieri ai rischi sui prezzi, aggiungendo che nella zona euro l‘inflazione ha raggiunto livelli superiori al 4% dell‘indice generale di giugno per i beni più presenti nei consumi delle famiglie.

In una situazione del genere, non intervenire sulle aspettative di inflazione avrebbe determinato una continua erosione del potere d‘acquisto dei salari.

“La decisione Bce tende a sostenere i consumi sul medio termine per quanto sia penosa sul breve” spiega.

”Se si vanno a vedere le attese di inflazione per i prossimi due-cinque anni [...] si è capito che questi rischi aumentavano, quindi la decisione si è resa necessaria, perché nel frattempo il potere d‘acquisto dei salari si è eroso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below