5 luglio 2008 / 10:04 / tra 9 anni

Borsa Milano chiude pesante,pochi spunti e volumi, giù le banche

MILANO (Reuters) - Seduta decisamente fiacca e incolore a Piazza Affari, in linea con le altre borse europee, in assenza di indicazioni da Wall Street, chiusa per l‘Independence Day.

“Sulle borse non c’è forza, i volumi sono scarsi e quindi si vende”, sintetizza un broker.

L‘indice S&P/Mib scende dell‘1,9%, il Mibtel dell‘1,61%, l‘AllStars arretra dello 0,72%. Volumi contenuti intorno ai 2 miliardi di euro nel finale.

* Pesanti le banche in Europa (-3% lo Stoxx) sull‘onda di uno studio di Goldman Sachs, secondo cui gli istituti europei dovranno raccogliere tra 60 e 90 miliardi di euro per raggiungere adeguati livelli patrimoniali. UNICREDIT perde il 4,08%, INTESA SANPAOLO il 2,66%. UBI BANCA - che smentisce indiscrezioni di stampa su un‘ipotetica aggregazione con BANCO POPOLARE (-4,3%) - perde il 4,63%.

* Fa meglio POP MILANO con un ribasso dell‘1,93% mentre la stampa indica nel direttore finanziario Enzo Chiesa il probabile successore del dg Fabrizio Viola, dato in uscita. “Le dimissioni di Viola sarebbero negative per la banca, ma per altro verso darebbero più spazio a Bankitalia per spingere verso dei cambiamenti nella coroporate governance”, commenta in una nota Cassa Lombarda.

* Vola IMPREGILO, in rialzo del 7,63%% dopo il

+6% incassato ieri sulle attese di un forte ridimensionamento dei sequestri in Campania. Citigroup ha avviato oggi il titolo con “buy” e target a 4,5 euro.

* Denaro anche su PARMALAT (+3,86%), mentre stampa e mercato speculano sul buon esito della causa americana contro Citigroup. Acquisti su TISCALI (+2,2%) dopo le ultime forti perdite.

* Misti gli editoriali, fortemente venduti nella prima parte della settimana, con SEAT (-0,14%) che tiene

sull‘onda del rimborso anticipato di una tranche del debito, annunciato il primo luglio. Bene MONDADORI (+0,38%), che con il libro di Paolo Giordano ha vinto lo Strega per il secondo anno consecutivo. Ancora venduta MEDIASET (-1,25%).

* LUXOTTICA lascia sul terreno il 4,3% in un contesto negativo per tutto il settore lusso e moda: TOD‘S -6,87%, GEOX -3,71%. STEFANEL perde 7,62% e va male in genere il mondo retail, da COIN (-6,28%) a DE LONGHI (-3,86%). Secondo la Confcommercio i consumi sono scesi a maggio del 2,7%, sesto calo in sette mesi.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, in luce, ancora, AEDES (+13,6%) e RISANAMENTO (+7,75%), sospese per eccesso di rialzo nel corso della seduta. Le due società immobiliari, alle prese con una difficile gestione del debito, hanno annunciato nel giro di pochi giorni contatti con investitori esteri per la cessione di parte dei loro asset.

* Sempre fra i minori balzo di I VIAGGI DEl VENTAGLIO (+9,68%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below