July 24, 2020 / 12:32 PM / 12 days ago

Borsa Milano negativa su tensioni Usa-Cina, giù banche, pesante Nexi, scivola Pirelli

Ingresso della sede della Borsa di Milano. 8 dicembre 2011 REUTERS/Alessandro Garofalo

MILANO, 24 luglio (Reuters) - - Recupera dai minimi Piazza Affari, ma si mantiene negativa in linea con le atre borse europee, a causa dell’acuirsi delle tensioni Usa-Cina dopo che il gigante asiatico ha ordinato agli Stati Uniti di chiudere il consolato Usa nella città di Chengdu, in risposta alla richiesta di sgombero del consolato di Houston giunta nei giorni scorsi.

A influire positivamente la stima sul Pmi di luglio della zona euro superiore alle attese, indicando che l’attività economica è tornata a crescere dopo il lockdown.

Lo spread del rendimento fra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi si mantiene intorno ai 147 punti base.

Forti vendite sulle banche: Unicredit cede l’1,1%. Giù anche MPS (-1,8%), penalizzata dalle indiscrezioni riportate da un quotidiano secondo cui la Bce avrebbe chiesto al Tesoro, maggiore azionista, un aumento di capitale da 700 milioni di euro per autorizzare la cessione ad Amco di 8 miliardi di crediti. Secondo il broker Fidentiis, “un aumento di capitale potrebbe essere un modo per far diluire la quota del ministero dell’Economia rispetto alla quota attuale del 68%”. Equita sottolinea che “un rafforzamento del capitale renderebbe la banca maggiormente appetibile in ottica di M&A”

Nel resto del settore cedenti Intesa Sanpaolo(-1,35%) e Ubi (-1,96%). Ieri il Cda di Ubi Banca ha bocciato nuovamente l’offerta di Intesa Sanpaolo nonostante l’aggiunta di una componente cash, in quanto non riconosce appieno il valore complessivo della banca.

Il crollo del Nasdaq e le attese per un avvio negativo anche oggi pesano sui tecnologici, come STMICROELECTRONICS che cede il 2,6%, sopra i minimi di avvio, nonostante i risultati ieri e i numerosi upgrade da parte dei broker sul titolo. Il comparto tech in Europa cede il 3,2%.

Forti vendite anche su Nexi che perde il 5,3%, fra i peggiori del listino, penalizzata dalle indiscrezioni riportate da un quotidiano secondo cui la fusione con Sia è entrata in una fase di stallo. “Se la notizia fosse confermata, sarebbe negativa per Nexi perché un deal con Sia è fortemente apprezzato dal mercato alla luce delle potenzialità sinergiche”, osserva un broker. [nL5N2EV2J9]

Bene Lazio (+1,7%) e male Juventus (-2,2%) dopo che ieri i bianconeri hanno perso 2-1 contro l’Udinese, sprecando un’occasione per la conquista del nono scudetto. Vittoria invece ieri sera per la Lazio che si assicura un posto nella prossima Champions League.

Fra gli industriali fa peggio dell’indice Pirelli (-3,8%). Secondo Mediobanca Securities, che resta ‘underperform’ sul titolo, il prossimo catalizzatore è rappresentato dai risultati del secondo trimestre attesi il 5 agosto”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below