July 16, 2020 / 10:47 AM / a month ago

Atlantia venduta su realizzi e ipotesi valutazione di Aspi con ingresso Cdp

I logo di Atlantia, Autostrade per l'Italia e altri presso la sede centrale del gruppo a Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi

Atlantia di nuovo sotto pressione oggi, venduta dopo il balzo di circa il 27% registrato ieri, con il titolo che si adegua alla nuova ipotesi di valutazione della controllata Aspi (Autostrade per l’Italia) che emerge dal futuro ingresso di Cdp e dalla conseguente fuoriuscita della famiglia Benetton, come deciso dal consiglio dei ministri. A influire sui corsi anche le fisiologiche prese di beneficio a seguito dello strappo del titolo della vigilia.

Intorno alle 11,40 Atlantia cede il 4% circa a 13,93 euro con circa 4 milioni di pezzi scambiati, poco sopra la media a 30 giorni dell’intera seduta di 3,3 milioni.

Secondo alcune fonti, Cdp acquisirà il 33% circa di Autostrade per l’Italia tramite aumento di capitale nell’ambito dell’accordo che vedrà Atlantia rinunciare al controllo della concessionaria. Atlantia venderà anche una partecipazione del 22% circa in Aspi a investitori privati designati da Cdp. L’aumento di capitale sul 33% di Autostrade potrebbe avere un valore tra 3,2 e 3,3 miliardi, valorizzando la società circa 10 miliardi dopo l’aumento.

Secondo un trader, “la definizione della forchetta di prezzo dell’intervento di Cdp in Aspi, come si legge sulla stampa, permette di dare una valutazione complessiva di Atlantia”.

Il broker Fidentiis rileva che “sulla base delle varie indiscrezioni di stampa, Cdp dovrebbe sottoscrivere l’aumento di Aspi fra 3 e 4 miliardi e diventare socio con una quota del 33% sulla base di una valutazione pre-money fra 6 e 8 miliardi. Se assumiamo questi valori la nostra somma delle parti di Atlantia sarebbe compresa fra 12,1 euro per azione nello scenario peggiore e circa 14,2 euro in quello migliore”. In altri termini, sottolinea l’analista, “il titolo si sta allineando all’ipotesi di una valutazione di Aspi intorno agli 8 miliardi, assumendo che l’area di consolidamento resti invariata”.

Per il broker Equita, “la valutazione pre-money di Aspi sarebbe di circa 6,1-8,9 miliardi, cioè un valore implicito di Atlantia di 15,5-18,5 euro per azione. Atlantia incasserebbe 2-2,7 miliardi dalla cessione del 20% di Aspi ai fondi, riducendo il debito nella holding (pari a circa 5 miliardi). Infine, con lo spin-off della quota di Aspi, l’azionista Atlantia avrebbe direttamente azioni Aspi per un controvalore di 3,5-4,5 miliardi, pari al 25-30% del valore di Atlantia”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below