April 21, 2020 / 11:12 AM / in 4 months

Borse Europa cedono su crollo prezzo petrolio e utili scoraggianti

(Reuters) - Azionario europeo in flessione sui duplici colpi inferti dallo storico crollo del prezzo del greggio statunitense sotto lo zero e dalle trimestrali poco brillanti che hanno intimorito gli investitori e messo in luce le conseguenze a lungo termine del coronavirus sull’economia mondiale.

Una miniatura di una pompa petrolifera, davanti a un indice delle azioni del settore energetico. REUTERS/Dado Ruvic/Illustration

L’indice pan-europeo STOXX 600 scambia in ribasso dell’1,9%, in flessione di oltre il 3% con BP, Royal Dutch Shell e Total che affondano l’indice energetico ai minimi in questo mese.

L’indice delle materie prime è tra quelli che hanno registrato perdite maggiori durante le prime contrattazioni, poiché la maggiore società mineraria al mondo BHP ha subito un forte calo della produzione mondiale di acciaio, fatta eccezione per la Cina.

Lo STOXX 600 aveva recuperato circa il 25% dalle perdite di marzo grazie a una rinnovata propensione al rischio su una serie di stimoli globali a sostegno dell’economia, ma gli investitori sono tornati ad essere cauti ora che i dati economici mettono pienamente in luce le disastrose conseguenze delle misure di lockdown.

L’indice Zew, tuttavia, ha registrato una crescita del sentiment degli investitori a 28,2 dal -49,5 di marzo. Gli economisti si aspettavano che si sarebbe attestato a -42,3.

Tutti gli indici dei principali paesi europei sono in rosso dopo il crollo di ieri dei prezzi del greggio Usa sotto lo zero per la prima volta nella storia, con un deterioramento della capacità di stoccaggio che ha portato i trader a evitare i contratti con consegna a maggio.

I futures sul greggio Usa, che scadranno martedì, hanno recuperato scambiando brevemente sopra il dollaro. Restano però confermati i timori degli investitori per una profonda recessione globale a causa dell’interruzione dell’attività commerciale a danno sia delle catene di approvvigionamento che della domanda di petrolio.

Anche la stagione delle trimestrali si è aperta con una serie di multinazionali che hanno sospeso i dividendi e ritirato le previsioni finanziarie per far fronte alle conseguenze della pandemia.

British Foods, proprietaria di Primark Associated, cede il 4,6% dopo aver dichiarato che non pagherà l’acconto sul dividendo e non farà previsioni sugli utili dei rivenditori moda per l’intero anno.

La finlandese Wartsila è crollata del 6,5% in fondo allo STOXX 600 dopo aver registrato un calo del 45% degli utili trimestrali.

 

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below